Lo sviluppo sostenibile per il Gruppo CDP

Lo sviluppo sostenibile per il Gruppo CDP

La nostra missione è promuovere il futuro dell’Italia contribuendo allo sviluppo economico sostenibile e investendo nella competitività: dal 1850 cresciamo con te

Fin dalla sua nascita nel 1850, CDP si è fatta promotrice della crescita del Paese ricoprendo un ruolo centrale, unico nel suo genere, nella finanza italiana. Utilizzando la rete capillare degli uffici postali e l’ampia raccolta di risparmio che ne deriva, CDP da sempre finanzia lo sviluppo dell’economia italiana al servizio del pubblico interesse attraverso iniziative volte a creare un impatto sociale positivo.

Nel corso degli anni, il Gruppo ha allargato il suo raggio d’azione: accanto al tradizionale finanziamento delle opere pubbliche realizzate dalle amministrazioni locali, si è aggiunta l’attività di investimento nelle infrastrutture e di sostegno alle imprese, alla loro crescita dimensionale, alla ricerca di modelli di business innovativi e all’internazionalizzazione. Attraverso le attività di cooperazione internazionale, CDP riveste un ruolo essenziale anche nella costruzione di scenari sostenibili su scala globale, instaurando rapporti solidi con i Paesi in via di sviluppo. Inoltre, il Gruppo promuove la riqualificazione urbana e la ricerca di nuove forme dell’abitare, più sostenibili e a basso impatto ambientale.

Oggi il nostro impegno per la crescita del Paese è riconosciuto a livello internazionale: dal 2016 siamo l’Istituto Nazionale di Promozione e ogni giorno accompagniamo lo sviluppo sostenibile dell’Italia.

 

Il Piano industriale 2019-2021

Il Piano industriale 2019-2021, presentato nel dicembre 2018, esprime in modo inequivocabile l’impegno del Gruppo CDP ad assumere un ruolo primario nella promozione dello sviluppo sostenibile dell’Italia.

Le linee d’intervento presentate nel Piano per garantire questo impegno riguardano:

  • la definizione di target di Piano coerenti con gli Obiettivi dell’Agenda 2030 attinenti alle sfide dell’Italia;
  • l’inserimento dei principi di sostenibilità nel modello organizzativo e di governance del Gruppo;
  • l’Integrazione, rispetto ai tradizionali parametri economico-finanziari nei criteri di valutazione degli investimenti, dei principi ESG (Environmental, Social and Governance) al fine di minimizzare i rischi non finanziari e massimizzare gli impatti positivi sulla comunità e sul territorio;
  • la capacità di creare sistemi di misurazione e rendicontazione dell’impatto sociale e ambientale, oltre a quello economico, dei singoli interventi.

Questo approccio richiede la definizione, la realizzazione e l’implementazione di un percorso di medio-lungo termine che il Gruppo CDP ha avviato, prevendendo un progressivo indirizzo degli impieghi verso iniziative i cui impatti sociali e ambientali siano misurabili.

Per ulteriori approfondimenti: Dichiarazione Consolidata di Carattere non Finanziario.