Crescere con i fornitori: le piccole e medie imprese italiane | CDP

Crescere con i fornitori

L’attenzione alla sicurezza, alle competenze e alla trasparenza guida la scelta dei nostri partner della catena di fornitura. Insieme lavoriamo nel rispetto del territorio per raggiungere i più alti standard di sostenibilità

Con l’obiettivo di accrescere il capitale sociale e relazionale lungo tutta la catena del valore, in linea con i principi e le linee guida definiti dal Framework di Sostenibilità adottato nel 2020, il Gruppo CDP riconosce l’alta valenza sociale e ambientale della relazione con i fornitori, selezionandoli attraverso un’approfondita valutazione e nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, correttezza, libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità e pubblicità.

 

Il Portale Acquisti

Il Gruppo si è dotato di un Portale Acquisti comune a tutte le società dell’universo CDP: un unico punto di raccordo dove i nostri partner possono iscriversi e trovare le procedure d’acquisto in essere derivanti dalle esigenze organizzative, di funzionamento e di approvvigionamento delle società del Gruppo.

L’accreditamento nel Portale è subordinato all’accettazione di una serie di clausole da parte dei fornitori e alla verifica di una serie di informazioni e certificati ESG da parte di CDP.

 

Scegliere i fornitori

La selezione dei nostri fornitori avviene mediante un processo di approvvigionamento, volto a massimizzare i vantaggi economici, produttivi, sociali e ambientali, che ha come obiettivo la selezione di operatori affidabili, capaci sotto il profilo tecnico-economico, orientati alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nel pieno rispetto dei diritti umani.

Il rapporto con i fornitori contrattualizzati, instaurato mediante procedure di gara o affidamento, segue la normativa in materia di appalti (con specifico riferimento alle società soggette al Codice Appalti ex. D. Lgs. 50/2016), il Codice Etico del Gruppo, il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (ex. D. Lgs. 231/01) e i regolamenti interni inerenti gli acquisti e le relazioni con le terze parti.

Ai fini della valutazione della responsabilità sociale e ambientale dei fornitori, nei contratti sono previste specifiche clausole volte ad assicurare l'assoluta osservanza di tutte le norme e le prescrizioni in materia di collocamento, tutela dei minori, contribuzione, assistenza e previdenza. È altresì richiesto il pieno rispetto delle disposizioni in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro, igiene e sicurezza, nonché di tutti gli obblighi in materia di assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro, previdenza, invalidità, vecchiaia, malattie professionali ed ogni altra disposizione in vigore o che potrà intervenire in corso di esecuzione per la tutela materiale dei lavoratori.  Inoltre, per i fornitori che abbiano contratti superiori a una determinata soglia di importo si procede alle verifiche previste dalla normativa antimafia.

Inoltre, il Gruppo non effettua acquisti in paesi dove non è garantito il diritto di libertà di associazione e contrattazione collettiva: i nostri principali fornitori esteri operano in altri paesi europei e in Nord America, dove sono state ratificate le principali Convenzioni dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) e dove i rischi di violazione dei diritti umani sono ridotti.

Alle attività di selezione e di qualificazione degli operatori economici segue un costante monitoraggio delle performance dei fornitori durante l’esecuzione delle prestazioni.

Ulteriori approfondimenti circa la catena di fornitura sono contenute all’interno del Bilancio Integrato 2021.