Turismo e territorio: il Lido si fa bello a Venezia

Turismo e territorio: il Lido si fa bello a Venezia

Il Gruppo CDP ha siglato una nuova operazione con Club Med e TH Resort per donare nuova vita alla struttura in disuso al Lido di Venezia: due resort di lusso per un totale di 530 camere e un investimento di 110 milioni di euro

L’impegno per la riqualificazione del territorio italiano è parte integrante della missione del Gruppo CDP: in questa linea di attività rientrano le operazioni relative alla rigenerazione urbana, indispensabili per donare nuova linfa vitale a luoghi simbolo dell’Italia che, dopo un periodo di incuria e dismissione, tornano ad avere una funzione centrale per la comunità.

Come l’ultima operazione siglata con Club Med e TH Resorts, destinata alla trasformazione dell’ex Ospedale a mare al Lido di Venezia, proprietà del Fondo FIV, per un investimento di oltre 110 milioni di euro.

L’iniziativa permetterà di realizzare due strutture alberghiere: Club Med, in particolare, ha in programma di aprire un resort di lusso dotato di 350 camere, adatto alle famiglie e aperto 9 mesi su 12; TH Resorts, primario operatore nazionale nel settore dei resort mare e montagna, - partecipato al 45,9% da CDP Equity -  intende invece puntare su un resort 4 stelle superior di 180 camere, dedicato, anche in questo caso, al target delle famiglie.

Il progetto si è reso possibile grazie all'intervento sinergico delle società del Gruppo CDP: oltre alla partecipazione di CDP Equity, infatti, l'investimento per realizzare le due strutture verrà effettuato da CDP Investimenti SGR, proprietaria dell’area abbandonata da molti anni, favorendo così una grande operazione di rigenerazione territoriale con un esito positivo sotto diversi punti di vista.

La nuova iniziativa, infatti, genererà un impatto occupazionale diretto, con circa 400 addetti, e indiretto, con 1.000 posti di lavoro generati nell’indotto economico dell’attività ricettiva. Il progetto, inoltre, permetterà di rilanciare tutta l’area del Lido di Venezia evidenziando la vocazione originaria dell’ex Ospedale, focalizzata sul benessere e la salute.

"L’intesa raggiunta oggi dopo mesi di lavoro rappresenta una azione concreta nel nostro supporto all’industria turistica, promuovendo CDP la separazione tra la proprietà immobiliare dei villaggi dalla gestione alberghiera e la valorizzazione di immobili dismessi. Si tratta di una grande occasione per il rilancio del Lido a Venezia, dove stiamo intervenendo come Gruppo CDP oltre che con l’housing sociale anche sotto l’aspetto infrastrutturale con importanti investimenti nella rete in fibra ottica, tramite la partecipata Open Fiber" queste le parole dell'AD Fabio Gallia che ha espresso massima soddisfazione per l'operazione - "Sono convinto che questi investimenti, effettuati in partnership con operatori leader nel loro settore e di concerto con l’Amministrazione di Venezia e della Regione Veneto, siano destinati a estrarre ulteriore valore da un territorio unico al mondo per qualità culturali e paesaggistiche”, ha concluso Gallia.

L'iniziativa appena siglata rappresenta inoltre una forte testimonianza del lavoro del Gruppo CDP nel settore turistico e nella Urban Transformation, due linee di attività complementari che evidenziano la vicinanza alle realtà locali e l’impegno per la promozione di progetti capaci di restituire alla collettività spazi funzionali partendo dalle bellezze del territorio.

Così #promuoviamoilfuturo.

Arriva a Rimini l’housing sociale powered by CDP

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti