Sicurezza, scuole e riqualificazione: il nuovo bond di CDP

Sicurezza, scuole e riqualificazione: il nuovo bond di CDP

750 milioni di euro raccolti per finanziare interventi di edilizia scolastica e riqualificazione urbana, con particolare attenzione alla sicurezza

Roma, 21 marzo 2019

In Italia oltre il 60% degli edifici pubblici scolastici sono stati costruiti prima del 1975; quasi il 30% delle scuole presenti su territorio nazionale sorge su zone sismiche; 24 milioni di persone vivono in aree a rischio sismico, mentre altre 6 milioni in zone a rischio idrogeologico.

Questi dati indicano un evidente gap nel settore delle infrastrutture sociali in Italia e, di conseguenza, la necessità di interventi di messa in sicurezza e riqualificazione urbana. A tal fine CDP, da sempre impegnata per lo sviluppo del territorio, ha emesso un nuovo Social Bond, del valore nominale di 750 milioni di euro, per finanziare gli “eligible projects” in conformità ai Social Bond Principles pubblicati dall’International Capital Market Association (ICMA).

I proventi del nuovo social bond, della durata di sette anni, saranno in particolare utilizzati per la costruzione, l'ammodernamento, la messa in sicurezza e l'adeguamento sismico delle strutture pubbliche adibite a edifici scolastici e per la riqualificazione delle infrastrutture urbane del paese garantendo, in questo modo, spazi pubblici più sicuri e accessibili a tutti.

Il bond appena emesso è ispirato infatti agli SDGs numero 4 e 11, rispettivamente "Istruzione di qualità" e "Città e comunità sostenibili", e conferma l’impegno crescente di CDP per lo sviluppo di forme di raccolta dedicate ad attività con un positivo impatto sociale ed ambientale.

Il nuovo Piano Industriale delinea infatti per CDP un percorso focalizzato sui temi della sostenibilità, che si tradurrà in un modello di intervento sempre più orientato sulle dimensioni dello sviluppo sostenibile definite all’interno dell’Agenda 2030 della Nazioni Unite.

L’emissione è a tasso fisso, non subordinata e non assistita da garanzie e rientra nel “Green, Social and Sustainability Bond Framework” di CDP, che ne definisce i criteri che guidano queste tipologie di emissioni sostenibili.

Rivolta principalmente ai cosiddetti Socially Responsible Investors, l’emissione è stata inoltre accolta da oltre 100 investitori (molti internazionali), con una domanda di circa 1,7 miliardi di euro.