Sace e Simest portano gli imprenditori a Cuba

Grazie a un accordo di debt swap, si aprono nuove opportunità per le imprese italiane

L’ Avana, 13 luglio 2016

Con un’azione congiunta di Sace e Simest, il Gruppo CDP si mette in prima linea nel rilancio dell’export e degli investimenti italiani a Cuba. E’ stato firmato a L’ Avana, infatti, un accordo di debt swap, che permetterà al governo cubano di convertire gli 88 milioni di debiti commerciali dovuti a Sace in un fondo (in valuta locale) destinato a finanziare progetti strategici per lo sviluppo del Paese grazie al coinvolgimento di imprese italiane o joint venture italo-cubane.

Tale iniziativa, resa possibile dall’accordo bilaterale tra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano e il Governo cubano, permetterà al Gruppo CDP di sostenere le Pmi intenzionate a inserirsi nel mercato cubano che, grazie alle recenti riforme varate, offre enormi opportunità al Made in Italy e all’export italiano.

Un settore, quello dell’export, che rappresenta per l’Italia un asset su cui scommettere: nel 2015 ha registrato un a crescita del 45%, per un ammontare totale di 330 milioni di euro.

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti