Roisan, la Becca di Viou e i panorami dei borghi montani della Valpelline

Roisan è un comune italiano di poco più di 1000 abitanti della Valle d'Aosta centrosettentrionale. Il borgo è situato nella bassa Valpelline a soli 7 km da Aosta, a 870 metri di altitudine in una soleggiata zona collinare con uno splendido panorama che spazia dal Monte Emilius, alla Grivola e il Grand Combin. 

La località era già conosciuta all’epoca romana e le sue origini sono probabilmente legate alla via che risaliva il torrente Buthier e che costituiva un percorso alternativo alla strada che da Aosta saliva al Colle del Gran San Bernardo. Il punto più alto del comune è raggiunto dalla Becca di Viou con i suoi 2855 metri sul livello del mare, meta di molti escursionisti e in grado di offrire un panorama mozzafiato a 360° sulle cime valdostane.

Nel XII secolo il territorio comunale venne diviso in due feudi: in parte si trovò sotto la signoria dei Rhins, vicini al vescovado di Aosta, e in parte venne ricompreso nella vasta area controllata dai signori di Quart, tra le più importanti e influenti nobili famiglie valdostane.

Tra i monumenti di maggior interesse troviamo la Torre di Closellinaz e il Castello di Rhins, una casaforte del 1100 un tempo sede della giurisdizione vescovile, oggi trasformata in abitazione rurale. Accanto alla casaforte si trova la Cappella dell’Apparizione di San Michele, risalente al XVII secolo. Collocata in una posizione elevata rispetto all'abitato si trova poi la Chiesa Parrocchiale di San Vittore, risalente al XV secolo. Seppur non visitabili all’interno, passeggiando per Roisan si trovano numerose cappelle rurali, simbolo della forte devozione popolare, tra cui la Cappella di Martinet, risalente al tempo della peste. Non lontano dal borgo, lungo la strada che lo collega ad Aosta, sul Ru Prévôt, si trova il Grand Arvou, un ponte-acquedotto di origine medievale di dimensioni maestose, dotato di un tetto con una copertura fatta in lose, e finestre per illuminare l’interno.

Come molti piccoli borghi italiani Roisan mantiene vive le sue antiche tradizioni e a carnevale si riempie di gente per la sfilata delle Landzette, che vede il paese invaso dalle maschere tradizionali della Combe Froide (Valle fredda, come viene chiamata la Valpelline), ispirate alle divise delle truppe napoleoniche che da queste parti seminarono il terrore nel maggio del 1800.

Noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo orgogliosi di aver contribuito alla ristrutturazione della scuola primaria e dell'infanzia di Roisan e alla realizzazione dell'autorimessa comunale. Interventi realizzati in un'ottica di fruizione sempre più integrata di servizi che creano valore aggiunto sul territorio e in linea con la nostra missione di sostegno allo sviluppo del Paese attraverso l'aiuto concreto agli Enti Locali.