Ristrutturazione Torre Castello - Comune di Salizzole

CDP a Salizzole, antico borgo medievale, testimonianza della potente signoria scaligera

Piccolo borgo, con poco più di 3.800 abitanti, della provincia di Verona, Salizzole ha conservato, nell’architettura e nell’impianto urbanistico, la sua originaria identità medievale. La sua storia è infatti legata a filo doppio con il vicino capoluogo e soprattutto con la dinastia dei Della Scala, che per oltre un secolo, dal 1262 al 1387, dominarono la città e il territorio circostante.

Il Castello Scaligero, originario del XII secolo, si presenta come una struttura composita e armonica al tempo stesso, con elementi realizzati in epoche differenti. La torre occidentale merlata è il corpo più antico del complesso, quella orientale invece, con l’adiacente portale d’ingresso, è da attribuire a un intervento di Alberto I della Scala, Signore di Verona nella seconda metà del Duecento. Il Castello è stato dimora della famiglia di Donna Verde dei conti di Salizzole, madre del condottiero e mecenate ghibellino Cangrande della Scala, protettore di Dante. Oggi l’edificio è sede della Biblioteca Comunale di un’associazione culturale.

Più recenti, prevalentemente di epoca rinascimentali, sono gli edifici di culto. Tra questi la Chiesa Parrocchiale di San Martino, edificata all’inizio del Cinquecento sulle fondamenta di una pieve ben più antica, ma andata distrutta in un incendio.

Nella campagna circostante, infine, si trovano alcune ville gentilizie, fatte costruire anch’esse tra il XV e il XVI secolo dalle ricche famiglie veronesi.

Noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo orgogliosi di aver affiancato l’Amministrazione comunale nella realizzazione del Centro civico e dell’impianto sportivo, oltreché nei lavori di ristrutturazione del Castello Scaligero. Si è trattato di un impegno in linea con la nostra missione di sostegno agli Enti Locali, nella realizzazione di interventi di pubblica utilità e a rilevanza sociale.