Ristrutturazione palestra San Girolamo - Comune di Narni

Narni la città del Gattamelata che ispirò romanzi fantasy

Nel centro geografico d’Italia, arroccata sulle alture della provincia di Terni, sorge Narni. A metà strada tra Assisi e Roma, il suo antico nome latino ispirò lo scrittore britannico C. S. Lewis nella sua celebre raccolta di romanzi intitolata appunto Le cronache di Narnia.

Centro strategico lungo la via Flaminia già ai tempi dell’Impero Romano, la storia del borgo si sviluppa soprattutto a partire dal Medioevo. Dal XI secolo, infatti, la città proietta la sua influenza territoriale sull’hinterland e si espande diventando un centro sempre più importante. E sempre qui, nel 1370, nasce il celebre Erasmo Gattamelata capitano di ventura che fu al servizio del papato (sotto la cui giurisdizione ricadeva Narni) e della Repubblica di Venezia che guidò nella guerra contro i Visconti.

Passeggiando per il centro storico è possibile vedere ancora intatte molte strutture che rievocano gli antichi fasti del borgo a partire dalla Porta delle Arvolte, la cui costruzione fu realizzata tra il 1471 e il 1492. Proseguendo su via Roma si arriva a Piazza Garibaldi, con l’omonima fontana che presenta un bacino poligonale in mattoni e una vasca in bronzo del Trecento. Riprendendo il cammino si attraversa il suggestivo arco della Cattedrale di San Giovenale, patrono della città. L’imponente edificio in pietra fu consacrato nel 1145 da Eugenio III e conserva al suo interno affreschi e opere del IX secolo. Non lontana è l’ex chiesa di San Domenico ormai sconsacrata, costruita nel XIII secolo è diventata oggi un moderno auditorium dove si svolgono convegni e concerti.

Continuando a camminare non è difficile individuare il Palazzo dei Priori situato dove in epoca romana sorgeva il foro. L’edificio del XIII secolo, con a fianco la grande torre campanaria della città, è uno scrigno di particolari a partire dai suoi interni, impreziositi dalla loggetta interna del banditore, la loggia attribuita al Gattapone e da delle pareti che presentano ancora tracce di pregevoli affreschi e iscrizioni.

In questo contesto noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo orgogliosi di aver contribuito alla ristrutturazione del Palazzo dei Priori e della Chiesa di San Domenico, edifici dall’indubbio valore storico, artistico e culturale. Un impegno, quello per Narni, che abbiamo declinato anche attraverso la ristrutturazione dell’ex cinema Monicelli, del Museo archeologico industriale e del parcheggio comunale oltre che tramite la realizzazione del polo scolastico ponte S. Lorenzo e delle opere presso la scuola Garibaldi, del laboratorio musicale comunale, del cimitero e infine tramite la realizzazione del passo nelle Gole del nera. Tutte opere in linea con la nostra missione che da oltre 170 anni ci vede al fianco degli Enti locali.