Ristrutturazione palestra polivalente - Comune di Rocca di Mezzo

Rocca di Mezzo è un gioiello nel cuore del parco naturale Sirente-Velino

In provincia dell’Aquila, tra le dorsali del Monte Velino e del Monte Sirente, immerso nella cornice suggestiva del Parco naturale regionale che da queste due cime prende il nome, sorge Rocca di Mezzo.

Oggi l’abitato è suddiviso in tre parti: il borgo di origine medievale sulla cima di San Calvario, che costituisce anche il nucleo più antico del paese, con le tipiche case in pietra, e le strette viuzze. La Morge situata sulle pendici settentrionali del colle di San Calvario, edificata a partire dal XVI secolo, con i suoi scorci suggestivi e la parte bassa del paese eretta nel Novecento, con alcuni pregevoli edifici come il vecchio Municipio, edificato nel primo decennio del XX secolo) e Villa Cidonio, in stile eclettico con influenze liberty, ultimata nel 1925.

Nella parte più alta del borgo poi, è possibile vedere le rovine del Castello Rovere. L’edificio fa parte del sistema difensivo dei Normanni dell'XI-XII secolo, attaccato nel 1424 da Braccio da Montone, e non perse le sue funzioni fino al XVII secolo. Sempre nella frazione di Rovere, non è difficile scorgere la bella Chiesa della Madonna delle Grazie (XIV secolo). La facciata dell’edificio è in blocchi di pietra squadrati e presenta un portale con stipiti e architrave modanati cinquecenteschi. Caratteristico il campanile a vela, a triplo fornice. L'impianto interno, invece, è rettangolare a navata unica con terminazione ad abside semicircolare.

Ma Rocca di Mezzo è famosa soprattutto come meta turistica. Situata a breve distanza dagli impianti sciistici di Campo Felice e Ovindoli, e in posizione centrale sull’Altopiano delle Rocche, il borgo è noto infatti come “santuario’ della neve”, con discese mozzafiato e una efficiente rete di strutture e servizi integrati, ideali per gli amanti degli sport invernali. In primavera poi è possibile assistere alla folkloristica festa del Narciso. Celebrata per la prima volta nel 1947 per salutare la pace dopo la Seconda guerra mondiale, l’evento nel corso degli anni si è sempre più caratterizzato come un vero e proprio omaggio alla primavera e alla bella stagione e prevede l'allestimento e la sfilata di carri allegorici ricolmi del celebre fiore bianco.

Consci dell’importanza storica, sociale e culturale, dei piccoli borghi italiani come quello di Rocca di Mezzo, noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo particolarmente orgogliosi di aver contribuito ai servizi che la municipalità offre ai cittadini del paese, attraverso la ristrutturazione della palestra polivalente comunale. Un impegno in linea con la nostra missione che da oltre 170 anni ci vede al fianco degli Enti locali.