Ristrutturazione cimitero - Comune di Alonte

Alonte, nel vicentino, con la sua storia antica e la villa dei patrizi veneziani

Alonte è un paese di 1.600 abitanti, della provincia di Vicenza.

Nonostante la scoperta di una necropoli e le tracce di vita umana in epoche molto remota, risalenti al IV-VI secolo a.C., il nome del paese compare per la prima volta solo in alcuni antichi documenti medioevali. Siamo nell’VIII secolo e Alonte viene associato alla frazione di Corlanzone, che ancora oggi rientra nella sua giurisdizione comunale.

Gli studi archeologici sul territorio hanno accertato che, negli ultimi anni del IX secolo, durante le invasioni degli Ungheri, Alonte era protetta da un sistema di fortificazioni. Tuttavia, né di queste strutture né di un castello medievale successivo – di cui si legge in documenti più recenti – è rimasta alcuna traccia.

Alonte è stata infatti più volte obiettivo di devastazioni, nel corso delle guerre tra vicentini, scaligeri e poi ancora padovani, che hanno segnato la turbolenta età delle signorie del Veneto.

Solo nel XVI secolo quindi, il suo territorio diventa luogo di villeggiatura delle famiglie patrizie veneziane. Era l’epoca delle grandi ed eleganti ville, di cui però resta solo Villa Trevisan.

L'edificio presenta una facciata principale impreziosita da una loggia ad archi in stile gotico. Il piano nobile è ingentilito da due poggioli a balaustrini in pietra tenera dei Berici, con semicolonne di ordine tuscanico. Sul lato sinistro dell’edificio è ancora visibile lo stemma della famiglia Giustinian, gli antichi proprietari. Sul lato destro invece, sono presenti due ulteriori fabbricati, originariamente adibiti a stalle e fienili.

Noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo orgogliosi di aver contribuito ai lavori di ristrutturazione del cimitero comunale. Si è trattato di un intervento in linea con la nostra missione di sostegno agli Enti locali e allo sviluppo delle loro iniziative a rilevanza sociale.