Ristrutturazione autorimessa e magazzino comunale - Comune di Mendatica

Mendatica, il piccolo borgo ligure con le spettacolari cascate dell'Arroscia

Disposto sul fianco del monte Fronté, Mendatica padroneggia, dall’alto dei suoi 778 metri di altitudine, la Valle Ligure dell’Arroscia, il cui centro più importante è la cittadina di Pieve di Teco.

Il territorio di questo piccolo comune della provincia di Imperia che conta appena 185 abitanti fa parte del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri e si estende anche su parte della contigua Val Tanarello, con le frazioni di San Bernardo, Monesi di Mendatica, Valcona e Le Salse.

Tra i gioielli che le viuzze del borgo di Mendatica cela c'è la Chiesa parrocchiale dei Santi Nazario e Celso. L'attuale edificio fu ricostruito nel corso del XVIII secolo dopo la demolizione della prima parrocchiale del XV secolo. La nuova struttura a navata unica, in stile barocco, conserva una statua ritraente una Madonna dello scultore Anton Maria Maragliano.

A soli 2 km dal borgo, al confine con il Comune di Cosio d'Arroscia, sorge, in posizione panoramica sull'Alta Valle Arroscia, il Santuario della Madonna dei Colombi. L'edificio originario, edificato nel XVIII secolo con pianta ellittica e oggi diroccato, fu notevolmente danneggiato nel terremoto del 1887 di Diano Marina. Pochi anni dopo, nel 1904, la struttura fu ricostruita in stile barocco, con la caratteristica loggia primaria del tempio.

Eretta nel corso del XV secolo nella località denominata "delle Furche" (antico luogo di esecuzione delle condanne a morte) la Chiesa di Santa Margherita presenta un portale del 1512 scolpito dai maestri scalpellini di Cenova. Al suo interno sono conservati pregiati affreschi del Cinquecento raffiguranti la vita e la passione di Gesù, ed eseguiti probabilmente dal pittore Pietro Guido da Ranzo e restaurati di recente dall'Istituto delle Belle Arti di Genova.

Lungo il sentiero naturalistico che collega la Chiesa di Santa Margherita con il piccolo borgo abbandonato di Poilarocca si trovano le cascate dell'Arroscia. Dopo circa un’ora di cammino, oltrepassato il ponte sul rio Grupin, affluente dell’Arroscia, sotto gli affioramenti della Rocca Gianca, il torrente affronta una serie di spettacolari salti, anche fino a 30 metri, dai quali l’acqua precipita impetuosa, formando le cascate dell’Arroscia.

Borgo tipicamente montano la cui economia un tempo era basata sulla pastorizia e l'agricoltura, attualmente Mendatica vive grazie al turismo legato alle bellezze paesaggistiche ma anche a eventi come la festa della Cucina Bianca e la Festa della Transumanza con il Palio delle capre, che tra agosto e settembre celebrano la civiltà delle malghe fra prodotti tipici e mestieri d'una volta.

Consci di quanto sia determinante per la sopravvivenza di borghi come Mendatica assecondarne la vocazione turistica e migliorare l'erogazione dei servizi per la comunità che vi risiede, noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo orgogliosi di aver contribuito alla ristrutturazione dell'autorimessa e del magazzino comunale. Un intervento in linea con la nostra missione di sostegno allo sviluppo del Paese attraverso l'aiuto concreto agli Enti Locali.