Commercio al dettaglio e Covid-19: contesto e scenario | CDP

Retail e Covid-19

In Italia, il giro di affari legato al commercio al dettaglio è pari a 542 miliardi di euro. Lo shock Covid-19, potrebbe aver cambiato i comportamenti dei consumatori in modo permanente, spostando la preferenza verso gli acquisti online. Quali sono le prospettive per il futuro di questo settore?

Leggi i Key message dello studio e scarica il pdf per tutti gli approfondimenti.

  • Il commercio al dettaglio avviene attraverso due canali principali: la grande distribuzione organizzata (GDO) e la vendita nei singoli esercizi commerciali (retail). Anche il canale delle vendite on line va rafforzandosi in moltissimi settori.
  • Il mondo delle vendite al dettaglio è dominato dai grandi gruppi americani. I primi tre retailers in termini di ricavi sono americani. 1/3 delle aziende top250 sono europee.
  • A fronte di previsioni di crescita del mercato pre pandemia molto positive, si stima per il 2020, a livello mondiale, una contrazione del comparto retail prossima al 10%.
  • In Italia, il giro di affari legato al commercio al dettaglio è pari a 542 miliardi di euro, con pochi grandi gruppi nazionali.
  • Nel primo trimestre si è registrata una riduzione del commercio al dettaglio su base annua prossima al 20%.
  • Lo shock Covid-19, intervenuto in un momento in cui le tendenze di consumo stavano già evolvendo verso una forte segmentazione delle preferenze e specificità dei bisogni, potrebbe aver cambiato i comportamenti dei consumatori in modo permanente, spostando la preferenza verso gli acquisti online.
  • Per intercettare questi trend gli operatori retail dovranno ridefinire la loro value chain verso modalità di distribuzione versatili, una particolare attenzione alla sostenibilità della filiera, nuovi prodotti per nuove esigenze, l’efficienza e la flessibilità nella configurazione degli spazi, lo sfruttamento delle opportunità offerte dai nuovi strumenti di big data e advanced analytics per analizzare puntualmente le esigenze specifiche della clientela.
Leggi il brief
Documenti correlati