Rendicontazione

Le banche sono tenute a trasmettere apposita rendicontazione (Art. 3.2 (xi) della Quinta Convenzione), sulla base del modello predisposto da CDP, valido a partire dalla data di rendicontazione del 31 dicembre 2016.

Modello di Rendicontazione (Pdf)

Tool Diagnostico

Il tracciato deve rispettare determinati standard formali (formato txt), i parametri di valorizzazione stabiliti nel Modello di Rendicontazione (es.: valori di dominio) e una lunghezza fissa. 

CDP rende  disponibile un apposito tool diagnostico, che consente alle banche di verificare la correttezza formale del tracciato di rendicontazione, prima del suo invio ufficiale (che avviene utilizzando le consuete modalità tramite ETL Spazio e con apposizione della firma digitale da parte del Soggetto Autorizzato).

Lo strumento consiste in un’applicazione web attraverso la quale sperimentare l’invio su un tracciato di prova.

L’accesso all’applicazione è garantito a tutti gli utenti già accreditati sul portale della Piattaforma Imprese e ad ulteriori referenti che possono essere profilati anche esclusivamente sul tool diagnostico, tramite registrazione da effettuarsi sull’apposito link presente nell’Area Riservata Banche

Il file di prova non deve essere firmato digitalmente, diversamente da quello che sarà definitivamente trasmesso da uno dei soggetti muniti dei necessari poteri di rappresentanza del relativo Contraente il Finanziamento, autorizzato alla sottoscrizione dei flussi di rendicontazione mediante apposizione di firma digitale.

Un feedback sull’esito della validazione del tracciato è inviato per posta elettronica all’utente, e contiene un rapporto dettagliato sugli eventuali errori rilevati nel tracciato.

Diagnostico rendicontazione

 

Documenti correlati