Realizzazione scuola media "A. Fienga" - Comune di Meta

Le spiagge e la marineria di Meta nella penisola sorrentina, di fronte a Napoli

Meta è un comune di quasi 8.000 abitanti della città metropolitana di Napoli, situato nella penisola sorrentina, esattamente di fronte al capoluogo partenopeo.

Sebbene non esistano reali divisioni amministrative del territorio, la tradizione vuole il paese diviso in due parti: Meta “di sopra”, che comprende la parte interna a circa cento metri sopra il livello del mare, e Meta “di sotto”, antistante la costa.

La fondazione del paese risale al VII secolo. Fin dalle origini, la sua storia è indissolubilmente legata a quella di Napoli. Solo nell’Ottocento infatti, Meta diventa comune autonomo, per essere fuso con Sorrento tra il 1927 e il 1946 e, dopo riottenere la propria indipendenza amministrativa.

La Basilica di Santa Maria del Lauro, il luogo di culto più importante di Meta, venne realizzata dove in precedenza sorgeva un tempio dedicato alla dea Minerva. La tradizione vuole che in quel luogo, intorno al IX secolo, sia apparsa la Madonna. L’accesso alla chiesa è preceduto da un’ampia scalinata. La facciata, della prima metà del XIX secolo, è stata progettata in stile neoclassico, mentre l’alto campanile che la affianca è barocco. L’interno della Basilica presenta una pianta a croce latina, costituita da tre navate raccordate da un sistema di colonne sormontate da archi.

Il mare, a sua volta, è la tradizionale fonte di sviluppo economico del paese. Se in epoca borbonica la sua marineria assunse una valenza strategica, oggi le sue spiagge ampie e sabbiose, attrezzate e facilmente raggiungibili per i turisti, rappresentano un unicum rispetto al resto della penisola sorrentina, che nella sua generalità è caratterizzata invece da un litorale roccioso e impervio.

Noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo orgogliosi di aver affiancato l’Amministrazione comunale nei lavori di costruzione delle nuove sedi del liceo classico “Publio Virgilio Marone” e della scuola media “Antonino Fienga”. Si è trattato di un impegno in linea con la nostra missione di sostegno agli Enti Locali, nella realizzazione di interventi di pubblica utilità e a rilevanza sociale.