Prestito rifinanziamento (PRIF) per Regioni | CDP

Prestito Rifinanziamento - PRIF

Supportiamo le Regioni e gli Enti Locali concedendo prestiti che permettono la conversione a tassi più vantaggiosi di mutui contratti con altri intermediari bancari, finanziari o con altri soggetti autorizzati. 

A chi è rivolto

Regioni e Province Autonome (Circolare CDP n. 1298/2019).


Come funziona

Con il Prestito Rifinanziamento (PRIF) consentiamo agli Enti, dal giorno di pubblicazione della circolare al 31 dicembre 2023, di convertire i mutui contratti successivamente al 31 dicembre 1996 con intermediari bancari e finanziari diversi dalla CDP ovvero con altri soggetti autorizzati. 

I mutui originari devono essere stati contratti in conformità alla normativa in materia di ricorso all’indebitamento tempo per tempo applicabile e possono essere stati destinati:

  • al finanziamento delle spese per investimenti individuati ai sensi dell’articolo 3, commi 18 e 19, della legge 24 dicembre 2003, n. 350;
  • al finanziamento di spese diverse da investimenti, anche sulla base di specifiche norme primarie che ne abbiano autorizzato l’assunzione e la relativa destinazione (ivi inclusi, a titolo esemplificativo, l'articolo 2, commi da 46 a 48, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, l'articolo 2, comma 98, della legge 23 dicembre 2009, n. 191, e l’articolo 45, comma 1 e comma 12, del D.L. 24 aprile 2014, n. 66), ovvero
  • alla conversione, ai sensi dell’Art. 41, di precedenti mutui destinati al finanziamento di Investimenti e/o di spese ammesse.

L’importo di ciascun nuovo prestito deve essere pari al debito residuo del mutuo originario, o ad una quota dello stesso e comunque non inferiore a cinque milioni di euro. Il nuovo prestito è pertanto destinato esclusivamente al pagamento dell’importo da estinguere verso l’intermediario titolare del mutuo originario. È dunque escluso il suo utilizzo per il pagamento di eventuali ulteriori oneri a carico dell’Ente conseguenti alla conversione del mutuo originario.

Ciascun PRIF può essere destinato alla conversione di un singolo mutuo originario.
 


Come richiederlo

Inviando la domanda di prestito mediante PEC a CDP, all’indirizzo cdpspa@pec.cdp.it, con la documentazione meglio specificata nell’apposita sezione del Portale Enti Locali e PA dedicata al PRIF.

 

 

Desideri maggiori informazioni?

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Prodotto offerto da CDP.