Prestito Flessibile Grandi Opere (PFGO) | CDP

Prestito Flessibile Grandi Opere (PFGO)

Supportiamo la realizzazione di investimenti in infrastrutture di rilevanti dimensioni.

A chi è rivolto

Comuni, Città Metropolitane e Province (Circolare CDP n. 1280/2013).


Come funziona

Con il Prestito Flessibile Grandi Opere sosteniamo la realizzazione di infrastrutture di rilevanti dimensioni tenendo conto, in particolare, delle esigenze finanziarie connesse al cronoprogramma dei lavori (lunghi tempi di realizzazione) e alla prima fase di messa in esercizio degli investimenti (piano di rimborso del  capitale ridotto nei primi anni di ammortamento).

Importo minimo del progetto: € 400 milioni
Importo minimo del prestito: € 100 milioni

La somma finanziata è erogata, sulla base dei documenti giustificativi della spesa, durante il periodo di utilizzo che termina il 31 dicembre del settimo anno solare successivo alla data del perfezionamento contrattuale, con possibilità di estenderlo all’intera durata del prestito.

L’inizio del periodo di ammortamento può essere anticipato qualora l’investimento sia stato completamente realizzato.

Il rimborso del capitale del PFGO avviene sulla base di un piano di ammortamento che prevede, per i primi tre anni solari di ammortamento, quote semestrali capitale pari allo 0,50% del debito residuo in essere al 1° gennaio o al 1° luglio antecedente la relativa scadenza semestrale di rata (rispettivamente 30 giugno e 31 dicembre), successivamente, saranno costanti.


Come richiederlo

Inviando la domanda di prestito mediante PEC a CDP, all’indirizzo cdpspa@pec.cdp.it, con la documentazione meglio specificata nell’apposita sezione del Portale Enti Locali e PA dedicata al PFGO.

 

Il PFGO sarà reso disponibile da CDP fino al 31 dicembre 2022.

Desideri maggiori informazioni?

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Prodotto offerto da CDP