Piano Juncker: Finanziamento di 600 milioni di euro da CDP e BEI ad Autovie Venete

CDP e BEI promuovono la nuova piattaforma di investimento nell’ambito del Piano Juncker per sviluppare le grandi infrastrutture transeuropee (trasporto terrestre e marittimo, energia) e gli interventi per la banda larga ed il social housing

Roma, 1 marzo 2017

Con una maxi operazione in favore di Autovie Venete prende avvio la Piattaforma Grandi Infrastrutture, l’iniziativa promossa da CDP in collaborazione con la Banca Europea degli Investimenti (BEI) per finanziare i grandi progetti infrastrutturali sul territorio italiano.

Autovie Venete è concessionaria di numerosi tratti autostradali del nord-est incluse la A4 Venezia-Trieste, la A28 Portogruaro-Pordenone-Conegliano e la A34 Villesse Gorizia, contribuendo allo sviluppo economico e sociale del territorio in cui opera. Grazie al supporto di CDP e BEI, la società potrà completare la realizzazione della terza corsia della A4 Venezia-Trieste nel tratto da Quarto d’Altino (vicino Venezia) a Villesse (Gorizia), per complessivi 95 km, opera inserita tra le infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale di cui alla Legge n. 443/2001 (“Legge Obiettivo”).

L'asse autostradale di cui fa parte la terza corsia della A4 gestita da Autovie Venete riveste una particolare rilevanza strategica, in quanto inserita nella rete europea dei trasporti “Trans-European Networks – Transport” (TEN-T), e parte del cosiddetto Corridoio V, l'asse multimodale che collegherà Barcellona a Kiev attraverso Trieste, Lubiana e Budapest. La rete gestita da Autovie Venete costituisce pertanto la naturale porta di accesso per le merci italiane verso i mercati della Slovenia, Balcani e dell’Europa dell’est.

Il finanziamento ha un valore complessivo di 600 milioni di euro, suddiviso in due linee di credito di € 300 milioni ciascuna messe a disposizione da CDP e BEI; quest’ultima si avvale della garanzia del Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici (FEIS). L’operazione consentirà di attivare investimenti per circa 950 milioni di Euro e garantirà il completamento entro il 2022 di tratte funzionali della terza corsia della A4 comprese tra lo svincolo di Portogruaro, diramazione A28, e lo svincolo di Palmanova, diramazione A23, per lavori che si svilupperanno su un tratto di circa 40 km.

L’intervento di CDP e BEI assicura la copertura finanziaria a lungo termine di investimenti caratterizzati da indifferibilità ed urgenza, data la situazione di emergenza del traffico venutasi a determinare sulla A4, in un contesto di incertezza regolatoria dovuta all'imminente scadenza della concessione in essere (31 marzo 2017).

Alla cerimonia della firma hanno partecipato il Presidente del Friuli Venezia Giulia e Commissario per l'emergenza sulla A4 Venezia-Trieste Debora Serracchiani,  il Chief Business Officer di CDP Antonella Baldino, il Vicepresidente di BEI Dario Scannapieco e il Presidente e Amministratore di Autovie Venete Maurizio Castagna.

“Siamo felici di aver fatto parte della squadra che ha portato a compimento il finanziamento per gli investimenti di questa importante infrastruttura – ha commentato Antonella Baldino-  un’opera strategica e fortemente significativa come fattore di competitività della regione Friuli Venezia Giulia, e di tutto il nostro Paese, come concreta realizzazione di una integrazione su scala europea. Con il perfezionamento del finanziamento degli investimenti per la terza corsia della A4, prende avvio la piattaforma Grandi infrastrutture promossa da CDP e BEI nell’ambito del Piano Juncker”.

CDP, principale attore italiano nella gestione delle risorse del Piano Juncker, sostiene lo sviluppo infrastrutturale e la crescita in Italia. Insieme promuoviamo il futuro del nostro Paese.

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti