Comunicato stampa

Le casse depositi di Italia, Francia, Marocco, Tunisia e di 7 paesi africani insieme per l’economia verde

  Siglata al IV “Forum des Caisses de Dépôt” presieduto da Cassa depositi e prestiti, la “Dichiarazione di Roma”, un documento congiunto per supportare la transizione energetica ed ecologica.

 

 

Roma, 22 settembre 2017


Dare sostegno alla promozione dell’economia verde ed a basse emissioni di carbonio con un comune indirizzo verso la promozione della transizione energetica e ecologica: è questo l’impegno preso oggi a Roma da Cassa depositi e prestiti (CDP), la Caisse des Dépôts et Consignations francese (CDC), la Caisse de Dépôt et de Gestion marocchina (CDG), la Caisse des Dépôts et Consignations tunisina (CDC) e 7 istituzioni analoghe provenienti dall’Africa francofona (Benin, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Gabon, Mauritania, Senegal, Tchad) nel corso del IV Forum des Caisses de Dépôt.  

Organizzato con cadenza biennale, il Forum è una piattaforma di scambio e di dialogo tra istituzioni finanziarie le cui attività sono dedicate alla raccolta, alla gestione e all’utilizzo del risparmio o di altre forme di risorse pubbliche d’investimento a sostegno dello sviluppo economico e sociale nazionale dei rispettivi paesi di appartenenza. Le Casse italiana, francese, marocchina e tunisina compongono il suo Segretariato Generale.

Nel corso della quarta edizione dell’evento - alla presenza del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, del Presidente e dell’Amministratore delegato di CDP, Claudio Costamagna e Fabio Gallia, del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti, e del Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Mario Giro - i partecipanti hanno siglato una Dichiarazione congiunta sotto l’impulso della presidenza di CDP.

Con il documento, i membri del Forum hanno ritenuto necessario accelerare la promozione per un’economia più verde. Infatti, il modello economico delle Caisses de Dépôt, che si basa sulla trasformazione di depositi di breve periodo in investimenti di lungo periodo, deve per sua stessa natura adottare criteri di sostenibilità nello svolgimento delle proprie attività.

La Dichiarazione rappresenta il primo risultato concreto ottenuto dal momento dell’istituzione del Forum a favore della crescente integrazione tra i suoi membri.

Questa edizione del Forum des Caisses de Dépôt è stata l’occasione per costruire un ponte virtuale fra Africa e Europa all’insegna del dialogo, della cooperazione e dello sviluppo economico. L’evento ha contribuito a rafforzare l’intenzione delle istituzioni presenti al potenziamento della cooperazione e delle relazioni economiche tra Africa e Europa. Valutazioni che comprendono la volontà comune di supportare uno sviluppo sostenibile e inclusivo che abbracci entrambe le sponde del Mediterraneo.

Tre le tematiche chiave trattate nel corso dei lavori: micro, piccole e medie imprese, infrastrutture e sviluppo urbano.

Tutte le discussioni sono state caratterizzate dall’attenzione dedicata al ruolo che le Caisses de Dépôt possono svolgere a favore della creazione di nuovi mercati, catalizzare le iniziative del settore privato e promuovere una crescita economica basata sull’innovazione e la creatività.

Un focus particolare è stato poi dato alle azioni che le Caisses de Dépôt possono realizzare per contribuire a soddisfare gli impegni di riduzione delle emissioni inquinanti - “Intended Nationally Determined Contribution” (INDC) - sottoscritti dai governi dei rispettivi paesi nell’ambito della COP21 di Parigi.

 

Documenti correlati