La marchigiana Clabo punta alla Cina con il Gruppo CDP

Emesso minibond da 6 milioni: Simest partecipa al 49% dell’investimento

8 agosto 2016

Eccellenze italiane nel mondo: è il caso di Clabo, azienda di Jesi (Ancona) leader nel settore delle vetrine espositive professionali per gelaterie, pasticcerie, bar, caffetterie ed hotel, che ha approvato di recente l’emissione di un prestito obbligazionario fino a 6 milioni di euro per espandere il proprio business in Cina. Il Gruppo CDP, tramite la controllata Simest ha sottoscritto il 49% dell’investimento, consentendo a Clabo di consolidare la struttura finanziaria, ovvero mantenere equilibrato il rapporto mezzi propri su mezzi di terzi.

L’interesse di Clabo per la Cina è legato agli elevati tassi di crescita del mercato asiatico. I proventi derivanti dal collocamento del minibond saranno funzionali a finanziare l’acquisizione di un ramo d’azienda del Gruppo Easy Best, attivo in Cina nell’ambito della produzione di vetrine per gelaterie, con cui Clabo ha già siglato un accordo non vincolante in via esclusiva.

Con questa operazione il Gruppo CDP conferma il sostegno alle imprese italiane che entrano in nuovi mercati e competono a livello internazionale.

 

Scopri tutti i progetti per l'internazionalizzazione

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti