Investimento social housing via Martin Luther King - Comune di Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino diventa Smart con il Social Housing

Sesto Fiorentino si estende dal massiccio Monte Morello fino alla piana dell'Osmannoro. La città è una naturale estensione di Firenze senza soluzione di continuità da essa. Il nome deriva dalla locuzione latina “sextus ab urbe lapis” che significa letteralmente “al sesto miglio dalla città di Firenze”.

Il borgo è conosciuto soprattutto per la tradizione della ceramica. Qui, nel 1735, il marchese Carlo Ginori fondò la Manifattura di Doccia, una delle prime fabbriche di porcellane dell'intera Europa. La città legò quindi i suoi destini allo sviluppo industriale e alle lotte operaie: Sesto fu al centro delle rivendicazioni dei lavoratori della fine dell'Ottocento e nel 1897 elesse alla Camera il secondo deputato socialista della storia d'Italia, Giuseppe Pescetti. Nel 1898 il popolo si rivoltò contro la tassa sul macinato provocando l'intervento della polizia che sparò sulla folla uccidendo numerosi manifestanti noti come i Martiri dei moti di 5 maggio. Sesto è famosa anche per il notevole numero di residenze signorili e di ville edificate dai nobili fiorentini, per l’imponente Palazzo Pretorio costruito durante la Repubblica Fiorentina e per la pieve di San Martino, splendido esempio di chiesa romanica edificata nel Medioevo.

Meta ideale per chi predilige le gite all’aria aperta è invece il Podere La Querciola: una grande area protetta che permette di osservare diverse specie di animali selvatici nel loro ambiente naturale.

Sesto Fiorentino è una realtà di 49.000 abitanti e, in questo contesto, noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo orgogliosi di aver contribuito allo sviluppo di un servizio sempre più importante per i cittadini e cioè quello della costruzione di nuove unità abitative destinante al social housing in via della Pace. In questo modo abbiamo aiutato il Comune a promuovere un'urbanistica funzionale e integrata attraverso uno strumento che punta sui nuovi concetti abitativi le cui parole d’ordine sono edilizia verde, sostenibilità e risparmio energetico.