Investimento social housing Veneto - Comune di Treviso

La bella Treviso si lancia nel social housing

Nella bassa pianura veneta, in una zona ricca di sorgenti risorgive, sorge Treviso. La sua storia ha radici profonde e pre-romane, anche se il borgo comincia a svilupparsi soprattutto in Età Comunale e cioè dopo l’anno mille. Nel 1339 si unì poi alla Serenissima diventando la prima città della terraferma veneta sotto il governo della Repubblica Veneziana.

Il centro storico, fatto di un nugolo di viuzze intricate, tipiche dell’urbanistica medievale, è uno scrigno di palazzi, piazze ed edifici imponenti e di notevole fattura. Una passeggiata non può che cominciare con una visita a piazza dei Signori, salotto della città sul quale affacciano alcuni degli edifici principali di Treviso come il Palazzo dei Trecento, costruito in stile romanico all’inizio del XIII secolo e antica sede del Maggior Consiglio, il Palazzo della Prefettura, edificato tra il 1874 e il 1877, e il Palazzo del Podestà, in stile rinascimentale lombardesco originario del 1491 ma che subì diversi rifacimenti nel corso dei secoli. Ma soprattutto la grande Torre civica che con i suoi quarantotto metri di altezza sovrasta la piazza. Non lontana la Loggia dei Cavalieri, simbolo del potere politico assunto da nobili e cavalieri nel periodo del libero comune. L’edificio fu costruito sotto la podesteria di Giacomo da Perugia (1276) come luogo di convegni, conversazioni, giochi ed è uno splendido esempio di romanico trevigiano con influssi dell'eleganza bizantina.

La Cattedrale di San Pietro è invece uno splendido esempio di costruzione neoclassica (1770) nonché il principale luogo di culto di Treviso e sede della diocesi omonima. Al suo interno, la cripta custodisce le reliquie di San Liberale, patrono della città. In piazza del Duomo si trovano anche la chiesa di San Giovanni Battista, oggi utilizzata come battistero, e l'episcopio, residenza del vescovo. Continuando a camminare raggiungiamo poi Porta San Tommaso, costruzione veneto-lombardesca, con una bellissima facciata decorata da trofei di armi e stemmi e con un grande leone al centro. È la più elaborata delle tre porte veneziane tuttora esistenti nella città che nel 1600 era conosciuta come “piccola Atene” per la fervente attività intellettuale di poeti, artisti e letterati.

Consci dell’alto valore storico, culturale e sociale di un capoluogo come Treviso, noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo particolarmente orgogliosi di aver contribuito ad un servizio sempre più importante per la comunità e cioè quello della costruzione di nuove unità abitative destinante al social housing in via Corder, aiutando il Comune a promuovere un'urbanistica funzionale e integrata basata su parole d’ordine come edilizia verde, sostenibilità e risparmio energetico.