Investimento social housing Trentino - Leonardo Da Vinci - Comune di Rovereto

Social housing a Rovereto, primo palcoscenico italiano di Mozart

Adagiata tra colline e vigneti, quasi al centro della Vallagarina, nell'ultimo tratto fra le montagne percorse dal fiume Adige prima del suo ingresso nella pianura Padana, Rovereto sorge lungo la principale via di collegamento tra Verona e Trento.

Importante centro industriale, turistico e culturale del Trentino sin dal XVIII secolo, quando si era aggiudicata il titolo di Atene del Trentino, Rovereto ha un centro storico ricco di importanti e prestigiosi palazzi del Settecento tra i quali spiccano l’Accademia degli Agiati, il Teatro Zandonai e la Biblioteca civica nel palazzo dell’Annona.

Tra i tanti palazzi la cui architettura ha subito l'evidente influenza asburgica, spicca il Palazzo Pretorio, sede del municipio cittadino e situato nella centrale Piazza Podestà. Sopra la piazza si erge il poderoso castello di Rovereto, uno dei migliori esempi di fortificazione alpina tardo-medievale. Il primo nucleo del complesso fu costruito dai conti Castelbarco tra il XIII e il XIV secolo e poi ampliato dai veneziani nel corso della loro dominazione nel XV e XVI secolo. Attualmente ospita il Museo Storico Italiano della Guerra.

La città che diede i natali a diversi personaggi illustri tra cui il patriota irredentista Damiano Chiesa e l'archeologo Paolo Orsi e che formò e ospitò a più riprese Fortunato Depero, offre altri splendidi musei tra arte, storia e scienza. Tra questi il Museo d'arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto (Mart), la Casa d’Arte Futurista Depero e la Fondazione Museo Civico di Rovereto, erede del Museo civico fondato nel 1851, che in una delle sue due sedi ospita a sua volta il Museo di Scienze e Archeologia.

Molti ospiti illustri hanno visitato Rovereto. Il più noto è forse Mozart, che tenne nella Chiesa di San Marco il suo primo concerto in Italia.

Rovereto è anche Città della Pace, come testimonia la grande Campana dei Caduti. Fusa con il bronzo dei cannoni delle nazioni che hanno partecipato alla Prima guerra mondiale, i suoi 100 rintocchi diffondono ogni sera un messaggio universale di pace. Nei suoi pressi, il sacrario di Castel Dante conserva le spoglie di oltre 20.000 soldati.

Tra i valori che animano questa cittadina ricca di storia c'è anche la sostenibilità ambientale. Si trova infatti nella provincia più green d'Italia, Trento, e con grande lungimiranza da anni persegue una politica di rigenerazione urbana alla quale noi di Cassa Depositi e Prestiti abbiamo contribuito attraverso il finanziamento di due importanti interventi di social housing, che hanno portato il Comune di Rovereto a realizzare 16 alloggi nel quartiere Fucine e 31 nel complesso residenziale Cà delle Rose. Interventi che arricchiscono Rovereto, in linea con la vocazione di CDP e la storica cura per la qualità della vita e per la fruibilità del territorio che caratterizzano la città.