Investimento social housing Località Bellocchi - Comune di Fano

Un progetto di social housing a Fano, città sacra per i Romani

Già città sacra in epoca romana, Fano – il cui nome deriverebbe da Fanum Fortunae, con un esplicito riferimento a un tempio edificato in loco e dedicato alla Fortuna – assurge agli onori della Storia italiana più illustre nel momento in cui Dante le dedica due terzine dell’Inferno nella Commedia. Il Sommo poeta ricorda infatti che “i migliori di Fano” sono vittime degli eccidi della famiglia riminese dei Malatesta che, proprio in quegli anni – siamo all’inizio del Trecento – sta espandendo il suo dominio sui comuni vicini.

La città ancora oggi mostra le tracce del suo importante passato. Il centro storico è in parte racchiuso dalla cinta muraria di epoca romana, con il suo monumentale Arco di Augusto, da sempre ingresso principale della città.

All’epoca medievale invece, appartengono il Palazzo del Podestà (o della Ragione), che ospita il Teatro della Fortuna – realizzato nel XIX secolo – e la Cattedrale, che conserva un pulpito romanico di grande pregio artistico e la barocca Cappella Nolfi, affrescata dal Domenichino (1581-1641).

Al periodo di dominazione malatestiana sono legate la Corte, un complesso tombale collocato nel sottoportico della Chiesa di San Francesco e la celebre Rocca, eretta nel XV secolo quale principale baluardo difensivo della città. La Corte, o semplicemente Palazzo Malatestiano, è oggi sede della Pinacoteca e del Museo archeologico. La prima custodisce una preziosa raccolta di dipinti, tra cui opere di Giovanni Santi, Reni, Guercino e Domenichino.

All’epoca rinascimentale risalgono, inoltre, il Bastione del Sangallo, voluto da Papa Clemente VIIl a protezione dalle incursioni saracene e la Chiesa di Santa Maria Nuova, dove si possono ammirare capolavori artistici del Perugino e di Raffaello.

Purtroppo, durante la Prima e la Seconda guerra mondiale, Fano subì numerosi bombardamenti navali e aerei. Il suo patrimonio artistico-architettonico ne fu gravemente danneggiato e solo dopo un attento lavoro di recupero e ricostruzione è tornato allo splendore originario.

Oggi Fano, con i suoi 60.000 abitanti, è la terza città per popolazione delle Marche, dopo Ancona e Pesaro ed è famosa per il suo carnevale, uno dei più antichi d’Italia, le cui documentazioni risalgono al 1347.

Noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo orgogliosi di aver contribuito alla realizzazione del progetto di social housing nella località comunale di Bellocchi. Si è trattato di un intervento in linea con la nostra missione di sostegno alle comunità e agli Enti Locali e allo sviluppo dei servizi di pubblico interesse sociale.