Imprese e Covid-19: contesto e scenario | CDP

Imprese e Covid-19: un bilancio a sei mesi dall’avvio della crisi

Il brief chiude la serie degli approfondimenti settoriali svolti nei mesi centrali della crisi, indagando gli impatti dell’emergenza Covid-19 sul sistema produttivo italiano e sulle filiere strategiche, con un focus sulle opportunità per la ripartenza.

Le difficoltà emerse durante questi mesi hanno infatti evidenziato da una parte le luci e ombre delle imprese italiane e dall’altra hanno posto l’accento sulle trasformazioni in atto e sulle possibili strade da intraprendere per cogliere nuovi sentieri di crescita.

Leggi i key message e scarica il pdf per tutti gli approfondimenti.

  • La pandemia e i mesi di lockdown hanno avuto un profondo impatto sul sistema produttivo italiano per effetto della contrazione della produzione industriale, della chiusura di interi settori dei servizi e della drastica riduzione dei consumi.
  • Si stima che nella fase più acuta dell’emergenza sanitaria la sospensione delle attività abbia riguardato 2,1 milioni di imprese, equivalenti al 40% circa in termini di fatturato e valore aggiunto.
  • L’analisi di alcune delle filiere strategiche per l’economia nazionale, tuttavia, evidenzia come non tutti i settori abbiano risentito allo stesso modo degli effetti delle misure di contenimento.
  • In particolare, continuano a soffrire in misura rilevante i settori fortemente soggetti alle dinamiche della domanda e al permanere delle misure di distanziamento sociale (turismo, tempo libero e trasporti).
  • Al contrario, le imprese che sembrano aver reagito meglio sono quelle che grazie alle caratteristiche di resilienza e adattabilità, hanno potuto riorganizzare la produzione alla luce del nuovo contesto. Si tratta di imprese più organizzate, produttive, abituate alla competitività internazionale e posizionate su segmenti a più alto valore aggiunto e maggiormente innovativi.
  • La repentinità e la profondità della crisi in corso se da un lato hanno evidenziato luci e ombre delle imprese italiane, dall’altro hanno posto l’accento sulle trasformazioni in atto e sui possibili driver per recuperare pienamente un sentiero di crescita.
  • Due le leve principali: la diffusione del digitale, che ha evidenziato il potenziale di sviluppo sia nell’offerta di prodotti tailor-made, sia nel coinvolgimento dei consumatori in un’esperienza di acquisto sempre più a 360 gradi; l’attenzione alla sostenibilità e circolarità nella produzione e fruizione di beni e servizi.
  • Si tratterà di capire se i cambiamenti avviati saranno temporanei o influenzeranno strutturalmente il sistema imprenditoriale ed economico italiano e mondiale.
Leggi il brief
Documenti correlati