Il Gruppo CDP promuove l’open innovation: con H-CAMPUS

Il Gruppo CDP promuove l’open innovation: con H-CAMPUS

A Treviso un hub di conoscenza e sviluppo con il sostegno di CDP Investimenti SGR.

H-FARM è una realtà importante dell’innovazione italiana, un punto d’incontro per star up, studenti e imprenditori interessati alle nuove tecnologie, all’informatica e ai new media. Con una struttura moderna e sostenibile, basata a Treviso e sedi distaccate tra Veneto e Lombardia, H-FARM è luogo di formazione scolastica dai 3 anni in su, è incubatore di progetti, è fornitore di servizi digitali, è il mondo dove ragazzi di tutta Italia - e di altri paesi - lavorano sulla creatività on line, il coding, la programmazione di videogame o l’ammissione a corsi universitari per il digital management.

Ora H-FARM diventa H-CAMPUS, ovvero una struttura più ampia e articolata, un centro di eccellenza in Europa e polo d’attrazione internazionale per la conoscenza e la formazione. Proprio qualche giorno fa sono iniziati i lavori di ampliamento della struttura: H-Campus sarà in grado di ospitare fino a 3000 persone, diventando così il più grande polo di innovazione europeo.

L’operazione H-Campus è stata possibile grazie alla costituzione, nel febbraio del 2017, di un fondo immobiliare chiuso, non speculativo, denominato “Ca’ Tron – H-Campus”. Il Fondo, gestito da Finint Investments SGR (la società di gestione del risparmio del Gruppo Banca Finint), ha un attivo di oltre 101 milioni di euro ed è stato sottoscritto per oltre il 95% da investitori istituzionali: Cattolica Assicurazioni detiene la quota maggioritaria del Fondo (56% del patrimonio), CDP Investimenti SGR (Gruppo Cassa Depositi e Prestiti), con il fondo FIA 2 “Smart housing, smart working, Education & Innovation, il 40% ed infine Ca’ Tron Real Estate (la società dei fondatori di H-FARM), per il restante 4%.

Riccardo Donadon, fondatore e amministratore delegato di H-FARM, spiega: “Grazie a questa collaborazione con CDP abbiamo la possibilità di concretizzare il progetto in cui crediamo, e faremo di tutto perché diventi un luogo di eccellenza del nostro Paese”.

Il progetto verrà realizzato secondo una logica di sostenibilità e rispetto dell’ambiente: solo il 10% dell’intera superficie occupata da H-CAMPUS (su oltre 50 ettari complessivi) verrà edificata. Lo spazio restante verrà adibito a parco, restituendo così alla comunità oltre 27 ettari di terreno boschivo. I nuovi edifici in cui troveranno posto aule, auditorium, ristoranti, sale riunioni, spazi destinati allo sport e residenze studentesche verranno realizzati con un intervento a cubatura zero, grazie al recupero di strutture in stato di abbandono.

A livello energetico utilizzerà fonti di energia rinnovabili grazie al quale l’insediamento non impatterà in alcun modo dal punto di vista delle emissioni di anidride carbonica. Secondo lo studio realizzato dal centro di ricerca dell’università Cà Foscari di Venezia, l’insediamento genererà una ricaduta economica annua sul territorio circostante di oltre 8,7 milioni di euro.

Il Gruppo CDP sostiene il progetto, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi 4 (Istruzione di qualità),9 (Imprese, innovazione e infrastrutture) e 11 (Città e comuni sostenibili) dell’Agenda ONU.

Gallery

Scopri la news nell’Italia che sarà

Vai alla mappa completa