Il Gruppo CDP finanzia la crescita all’estero del marchio Pomì

Il Gruppo CDP finanzia la crescita all’estero del marchio Pomì

15 milioni di euro da Simest al Consorzio Casalasco, leader nella filiera del pomodoro Made in Italy

Roma, 14 dicembre 2016

 

Il Gruppo CDP promuove lo sviluppo del Made in Italy nei mercati esteri, sostenendo la crescita delle eccellenze del settore agroalimentare. Simest, che insieme a Sace costituisce il Polo unico dell’internazionalizzazione, è entrata nel capitale del Consorzio Casalasco del Pomodoro, storica azienda agricola italiana proprietaria del marchio Pomì.

Nato nel 1977, il Consorzio Casalasco mette a sistema il lavoro di 370 aziende italiane attive nelle fasi di coltivazione, trasformazione e confezionamento del pomodoro, che viene poi venduto sotto etichette private e marchi internazionali. Il segreto del successo di Casalasco, uno dei maggiori gruppi per il private label di settore nel mondo, è la garanzia della qualità e della sicurezza in tutte le fasi produttive.

Fiore all’occhiello del Consorzio è la linea dei prodotti Pomì, frutto di una produzione 100% italiana distribuita in più di 50 paesi.

L’operazione ha visto un aumento di capitale da parte di Casalasco, che è stato interamente sottoscritto da Simest, per un importo totale di 15 milioni di euro (equivalente al 25% del capitale sociale). Grazie a questo finanziamento, il consorzio potrà sostenere un progetto di espansione nei mercati esteri del Nord America, Asia e Medio Oriente, caratterizzati da una domanda in forte crescita.

L’agroalimentare, settore strategico per l’economia italiana, contribuisce alla crescita dell’export e al posizionamento del Made in Italy nei mercati esteri, potendo contare su grandi brand di eccellenza riconosciuti nel mondo.

Il Gruppo CDP sostiene lo sviluppo delle imprese del food  e con Sace e Simest ne promuove la presenza nei mercati esteri, in accordo con il Piano Industriale 2016-2020.

 

Scopri la news nell’Italia che sarà

Vai alla mappa completa