Grazie a CDP l’italiana Prysmian è da record

Grazie a CDP l’italiana Prysmian è da record

19 milioni di dollari da Sace, Simest e Bnp Paribas per costruire il più lungo collegamento elettrico sottomarino al mondo

Roma, 16 dicembre 2016

Il Gruppo CDP conferma la sua attività di supporto alle eccellenze tecnologiche italiane nella loro crescita sui mercati esteri. Sace e Simest, in collaborazione con Bnp Paribas Corporate & Institutional Banking (CIB), hanno annunciato l’apertura di una linea di credito da 519 milioni di dollari per la realizzazione della nuova interconnessione elettrica sottomarina tra il Regno Unito e la Norvegia. Beneficiario dell’investimento è il National Grid North America (Gruppo National Grid Plc), che per la realizzazione tecnica ha deciso di affidarsi a Prysmian, storica impresa del settore tecnologico italiano.

Il Gruppo Prysmian è leader mondiale nel settore dei cavi e sistemi per l’energia e le telecomunicazioni . Con oltre 130 anni di esperienza e una presenza in 50 Paesi con 89 stabilimenti e oltre 19.000 dipendenti, il Gruppo milanese si posiziona in particolare nella fascia di mercato a più elevato contenuto tecnologico nel settore dei cavi per l'energia e le telecomunicazioni.

L’impresa italiana si cimenterà in una commessa da record: la realizzazione dell’interconnessione elettrica sottomarina più lunga al mondo, con una lunghezza di 730 chilometri e una capacità di 1.400 MW.  L’infrastruttura, che una volta completata avrà un valore complessivo di 2 miliardi di euro, rappresenta un’importante iniziativa strategica per il Regno Unito e la Norvegia, che migliorerà l'efficienza e la sicurezza degli impianti di produzione e delle reti di trasmissione di energia elettrica dei due Paesi.

Con questa nuova operazione, Sace e Simest, polo unico dell’internazionalizzazione, confermano il ruolo di supporto del Made in Italy all’estero. Il Gruppo CDP, in qualità di Istituto Nazionale di Promozione, promuove la crescita del tessuto imprenditoriale italiano, in accordo con le linee guida del Piano Industriale 2016-2020.

Scopri la news nell’Italia che sarà

Vai alla mappa completa