Comunicato stampa

Enti locali: CDP, ANCI ed IFEL insieme per nuovi servizi finanziari telematici

Roma, 29 marzo 2011

Dialogo online da oggi tra Cassa depositi e prestiti ed Enti locali che potranno inoltrare via web le richieste di finanziamento e seguire il successivo iter della pratica cliccando direttamente in un'area dedicata del sito della CDP. Il servizio, che si affianca a quelli tradizionali e permetterà gli Enti locali di ridurre i tempi e i margini di errore nella presentazione delle pratiche per ottenere prestiti, è stato presentato oggi in contemporanea in sette città italiane, oltre a Roma, anche a Milano, Torino, Napoli, Palermo, Padova e Bari. “E' un'iniziativa importante la prima di una serie di collaborazioni tra ANCI e CDP. Con questo nuovo servizio a guadagnarci sarà la trasparenza che permetterà alle amministrazioni di muoversi con più efficacia e tempestività”. Così il Presidente dell'ANCI, Sergio Chiamparino, intervenendo al convegno di presentazione a Torino. ‘’E’ un segno di collaborazione tra Cassa depositi e prestiti ed ANCI che riguarda tutto il territorio nazionale’’ ha sottolineato l'ad di CDP Giovanni Gorno Tempini, nel suo intervento a Torino. “L'iniziativa – ha aggiunto - vuole essere un contributo importante a rendere più facile e fruibile il canale di concessione dei mutui e dimostra che, nonostante il difficile momento economico, la Cassa depositi e prestiti investe per rendere il servizio più efficace ed efficiente a vantaggio degli Enti locali’’. ‘’Nel 2010 il 75% dei prestiti agli Enti locali è stato realizzato dalla Cassa depositi e prestiti’’ ha affermato il presidente di CDP, Franco Bassanini, intervenendo alla presentazione di Roma. ‘’Sempre nel 2010 – ha aggiunto - CDP ha ricevuto 11 mila richieste di finanziamento, concedendo prestiti agli Enti locali per circa 6 mld e accogliendo circa 8800 richieste’’. ‘’La sfida dell’ANCI e’ quella di rilanciare l'economia, attraverso la riattivazione della spesa in conto capitale dei Comuni per la realizzazione di infrastrutture – ha dichiarato il Vicepresidente dell’Associazione, Osvaldo Napoli nel suo intervento a Roma - senza ricorrere all'aumento della  pressione fiscale e contenendo il ricorso all'indebitamento. In particolare attraverso un rinnovato dialogo con i privati e quindi con gli strumenti tipici del partenariato pubblico-privato’’. ‘’CDP e’ per ANCI una cassa di risonanza per far arrivare messaggi ai Comuni’’ e’ quanto ha affermato il Segretario Generale dell’ANCI, Angelo Rughetti nel corso del suo intervento a Milano. ‘’Quello di oggi – ha aggiunto – e’ un segnale importante che arriva in un momento di grande difficoltà per gli Enti locali, alle prese con le problematiche relative alla predisposizione dei bilanci, in un quadro di grande instabilità legato anche alla mancata e, più volte sollecitata dall’ANCI, pubblicazione del Dpcm di riduzione degli obiettivi del patto di stabilità interno’’. “I Comuni – ha concluso Rughetti - possono continuare ad avere in CDP un soggetto affidabile e di riferimento che mostra una rigenerata volontà di andare verso le loro esigenze”. ‘’I nuovi servizi web ‘Domanda on-line’ e ‘Informazioni on-line’ – ha spiegato Matteo Del Fante, Direttore generale CDP nel suo intervento a Milano - sono il primo passo di un processo di digitalizzazione, che consentirà all’Ente di completare tutte le operazioni con CDP via web, riducendo considerevolmente i tempi di risposta. Obiettivi: guadagnare tempo, produrre documentazione corretta, standardizzazione della modulistica. Le procedure web sono inoltre una parte di un portale più ampio su cui CDP sta lavorando’’. ’'L'attivazione dei servizi informativi “online” sui mutui e finanziamenti della Cassa depositi e prestiti ai Comuni - ha affermato, intervenendo a Roma, il Presidente di Ifel, Fondazione per la finanza e l'economia Locale, Giuseppe Franco Ferrari - definisce un nuovo standard di servizio nel settore e costituisce un vero e proprio volano allo sviluppo dell’e-Goverment, una leva amministrativa strategica ancora contrassegnata da diverse velocità relative. Ora Ifel, in collaborazione con CDP, e’ pronta ad affiancare i Comuni anche con servizi di consulenza e formazione dedicati alla finanza di progetto e alla gestione del patrimonio immobiliare, due aree particolarmente importanti soprattutto alla luce della riforma federalista. All’interno dei ‘Piani di accompagnamento’ verranno infatti nel breve attivati una serie di “Laboratori progettuali” con l’obiettivo di sviluppare, insieme ai tecnici dei Comuni, modelli per l’ideazione, valutazione, realizzazione di infrastrutture strategiche in Project Finance. L'area immobiliare si avvarrà invece della creazione di uno specifico Fondo volto alla valorizzazione del patrimonio dei Comuni, soprattutto quelli piccoli che diversamente faticherebbero ad accedere al mercato in forme concorrenziali’’.

Documenti correlati