Eccellenze Made in Italy: il Polo dell’export promuove il food

SACE e SIMEST hanno siglato operazioni a favore del settore agroalimentare: da Granarolo alla pasta di Gragnano, i prodotti dei migliori brand italiani conquistano le tavole internazionali

Roma, 18 gennaio 2018

Il food Made in Italy ha trovato un alleato di valore nel Polo dell’export del Gruppo CDP. SACE e SIMEST, hanno infatti perfezionato nell’ultimo periodo una serie di operazioni a favore dei brand italiani dell’eccellenza agroalimentare.

Tra queste, il sostegno alla strategia del Gruppo Granarolo: SIMEST ha perfezionato un aumento di capitale del 30% della Granarolo France SAS - principale realtà del Gruppo sui mercati UE -  per un valore di 15 milioni di euro permettendo alla più importante filiera italiana del latte di continuare il percorso di crescita sui mercati esteri, promuovendo la diversificazione di prodotto. E’ prevista, infatti, accanto alla commercializzazione di latte e derivati, anche quella di altri prodotti alimentari legati alla tradizione gastronomica italiana.

Il Polo dell’export del Gruppo CDP ha espresso il proprio sostegno anche per due importanti marchi attivi nella produzione della pasta, lavorando in sinergia con le istituzioni bancarie. SACE ha infatti perfezionato con Deutsche Bank un’operazione di finanziamento da 5 milioni di euro in favore di Pastificio Di Martino, storica azienda campana attiva nella produzione commercializzazione della pasta di Gragnano.

Il finanziamento – erogato da Deusche Bank e garantito da SACE - è destinato a sostenere i costi per l’acquisto della partecipazione di controllo di Grandi Pastai Italiani, che consentirà a Di Martino di potenziare la produzione, ampliando il proprio business verso nuovi segmenti di mercato. L’iniziativa risponde a una tendenza ben precisa: la Campania, infatti, è la prima regione esportatrice dell’Italia meridionale e, il comparto agroalimentare rappresenta oltre il 30% del totale delle vendite all’estero.

Il sostegno al Pastificio Di Martino si affianca all’operazione a favore di Granoro, uno dei maggiori pastifici italiani conosciuto a livello globale. Per promuovere l’espansione all’estero di questo grande marchio, la società del Gruppo CDP ha perfezionato un’operazione di finanziamento da 5 milioni di euro: la linea di credito, erogata da Unicredit e garantita da SACE, supporterà il piano di investimenti per l’internazionalizzazione dell’azienda pugliese che potrà, in questo modo, affermare la sua presenza nei mercati già consolidati ed espandersi verso nuove realtà.

Con il Polo, dunque, il food Made in Italy è sempre più forte e competitivo. Non si fermano, tuttavia, le iniziative a favore degli altri settori industriali: dalla tecnologia laser, ai settori oil&gas e petrolchimico, le imprese italiane sono pronte a crescere sui mercati internazionali al fianco delle società del Gruppo CDP.

Come CYLASER che grazie al supporto assicurativo di SACE potrà esportare macchinari in Brasile per 1,5 milioni di euro. Oppure il Gruppo Proma, che attraverso l’emissione di bond da dieci milioni di euro sottoscritti dal Fondo Sviluppo Export di SACE, potrà rafforzare il proprio business sui mercati internazionali.

SACE e SIMEST rappresentano per le PMI italiane una porta d’accesso ai mercati internazionali. Così, attraverso il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione, #promuoviamoilfuturo delle imprese italiane, contribuendo alla diffusione del Made in Italy nel mondo.

 

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti