Credito PMI: € 10 mld con nuovo accordo CDP-ABI

Comunicato stampa

Credito PMI: € 10 mld con nuovo accordo CDP-ABI

Roma, 6 marzo 2012

Si è tenuta oggi 6 marzo 2012, presso la sede della Cassa depositi e prestiti di Roma, la Conferenza stampa congiunta CDP-ABI di presentazione del "Nuovo Plafond PMI".

Alla conferenza stampa sono intervenuti il Presidente e l’Amministratore delegato della CDP, Franco Bassanini e Giovanni Gorno Tempini e il Direttore Generale dell’ABI, Giovanni Sabatini.

Il Nuovo Plafond PMI è costituito da 10 miliardi di euro di nuove risorse CDP, che – grazie alla rete delle banche aderenti alla convenzione che CDP e ABI hanno firmato lo scorso 1 marzo – contribuiranno:

  • per 8 miliardi a proseguire l’attività di sostegno dell’accesso al credito delle PMI ("Plafond Investimenti");
  • per 2 miliardi a fornire alla aziende un supporto per fronteggiare gli effetti negativi dei ritardi nei pagamenti delle PA ("Plafond Crediti vs PA").

Il "Plafond Investimenti" è finalizzato a facilitare l’accesso al credito delle PMI. Si tratta di finanziamenti, anche nella forma del leasing finanziario, legati ad investimenti o ad esigenze di incremento del capitale circolante delle imprese. Le scadenze dei finanziamenti sono: 3, 5, 7 e 10 anni. Il nuovo Plafond Investimenti opera in sinergia con i principali strumenti di garanzia pubblica disponibili: Fondo centrale garanzia, Sace e Ismea.

Questo strumento va ad integrare l’analogo plafond da € 8 miliardi, attivo dalla fine del 2009 e pressoché ad oggi interamente erogato. La provvista CDP è stata impiegata in favore di circa 42mila PMI, anche grazie alla massiva adesione da parte della rete bancaria: 76% del totale in termini di sportelli e il 92% in termini di quote di mercato.

Il "Plafond Crediti vs PA" è invece una novità assoluta: ha come obiettivo quello di fornire un supporto al sistema delle PMI, per mitigare gli effetti negativi dei ritardi nei pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni, immettendo liquidità attraverso il sistema bancario e riattivando la dinamica delle spese di investimento.

I finanziamenti, della durata di un anno, potranno riguardare operazioni di cessione "pro soluto" di crediti certificati dalle PA ai sensi del Decreto Anticrisi e che dovranno essere pagati dalla Pubblica Amministrazione debitrice entro e non oltre dodici mesi dalla relativa data di certificazione. Sono esclusi i debiti sanitari.

Per entrambi i Plafond, le risorse saranno erogate alle banche da CDP a particolari condizioni di mercato. La prima quotazione sarà resa nota, sui siti internet di CDP (www.cassaddpp.it) e di ABI (www.abi.it), il 22 marzo 2012. Allo stesso modo saranno resi pubblici gli aggiornamenti successivi.

Documenti correlati