Cooperazione internazionale in Etiopia e Giordania

Nuove convenzioni finanziarie per interventi a favore della rete idrica e del sistema sanitario dei due Paesi.

Roma, 21 dicembre 2018


Crediti di aiuto del valore complessivo di 58 milioni di euro per la cooperazione internazionale in Etiopia e Giordania. Sono il risultato di due convenzioni finanziarie sottoscritte da CDP con il Ministero delle Finanze e della Cooperazione Economica della Repubblica Federale di Etiopia e di una ulteriore convenzione finanziaria siglata con il Ministero della Pianificazione e della Cooperazione Internazionale del Regno Ascemita di Giordania – Banca Centrale di Giordania.

Le risorse a favore dell’Etiopia saranno utilizzate per realizzare interventi igienico-sanitari funzionali allo smaltimento sostenibile delle acque reflue e alla modernizzazione del settore agricolo e agro-industriale. Nello specifico, la prima convenzione destinerà 17 milioni di euro al miglioramento dell’operatività e della fruibilità dei servizi igienici di base attraverso la costruzione di nuove strutture igienico-sanitarie nelle scuole, nelle strutture ospedaliere e nelle aree strategiche di Addis Abeba e di altre città etiopi, nonché alla realizzazione di sistemi di raccolta dell’acqua piovana negli edifici pubblici e alla costruzione di sistemi e acquisto di macchinari per lo smaltimento delle acque reflue.

La seconda, del valore di 30 milioni di euro, sarà finalizzata a modernizzare il settore agricolo e agro-industriale dell’Etiopia, attraverso la strutturazione di filiere agricole di frumento e pomodoro in alcune specifiche aree geografiche del Paese, puntando a:

  • sviluppare le capacità dei produttori per migliorare produzioni e qualità del prodotto;
  • potenziare le infrastrutture esistenti attraverso la costruzione/riabilitazione dei nodi logistici di smistamento, di stoccaggio e di vendita e la diffusione di macchinari agricoli;
  • migliorare l’accesso al credito e ai prodotti finanziari in genere, attraverso l’assistenza tecnica alle istituzioni finanziarie;
  • migliorare il ruolo della donna nelle filiere agricole;
  • gestire le risorse naturali in maniera partecipata e sostenibile, attraverso la creazione di gruppi locali per la gestione delle risorse idriche e dell’irrigazione.

Il credito di aiuto da 11 milioni a favore della Giordania, invece, sarà destinato alla costruzione di impianti per lo smaltimento delle acque reflue nel campo profughi palestinese di Baqaa e nella Regione di Ain Al-Basha (Governatorato di Balqa) e servirà per migliorare le condizioni ambientali, tutelando le risorse idriche sotterranee presenti nell’area e contribuendo al miglioramento delle condizioni di vita, sicurezza e salute delle popolazioni interessate.

Per contribuire alla riduzione dell’inquinamento ambientale e delle falde acquifere, la rete fognaria della regione di Ain Al- Basha sarà potenziata con alcuni interventi:

  • costruzione di circa 33 Km di nuova rete idrica nell’area di Mubes e Abu- Nusair e manutenzione (pulizia e ripristino) di circa 1 km di rete esistente nel campo palestinese di Baqaa;
  • costruzione di circa 30 Km di nuova rete nell’area di Safot e Um Al- Dananeer e manutenzione (pulizia e ripristino) di circa 1 km di rete esistente nel campo palestinese di Baqaa;
  • costruzione di circa 24 Km di nuova rete nell’area di Qaqesh e Al- Kharsha e manutenzione (pulizia e ripristino) di circa 1 km di rete esistente nel campo palestinese di Baqaa.

CDP, in qualità di Istituzione Finanziaria per la Cooperazione allo Sviluppo (Ifcs), promuove progetti destinati al miglioramento della qualità della vita nei paesi in via di sviluppo, impegnandosi per diminuire le disuguaglianze economiche e sociali tra le popolazioni del Mondo.

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti