Cooperazione allo sviluppo: le sfide del futuro

CDP alla Conferenza Nazionale della Cooperazione allo sviluppo di Roma per testimoniare l’impegno attuale e le strategie di risposta ai nuovi bisogni emergenti

Roma, 29 gennaio 2018

Tunisia, Senegal, Argentina. E poi ancora Marocco,Iraq, Mozambico, Etiopia e Vietnam. L’impegno di CDP nell’ambito della Cooperazione internazionale è costante e determinante per promuovere progetti di sviluppo nei paesi partner. Dall’istruzione, alla sanità, passando per le infrastrutture e il supporto alle imprese: il campo di azione è ampio e copre settori strategici per la crescita economica, sociale e culturale dei territori.

CDP, in qualità di Istituzione Finanziaria per la Cooperazione allo Sviluppo (Ifcs), è uno dei protagonisti del sistema di Cooperazione italiano, che si è riunito alla Conferenza Nazionale della Cooperazione allo sviluppo organizzata all’Auditorium Parco della Musica di Roma alla presenza, tra gli altri, del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, del Ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, del Presidente della Repubblica Centrafricana, Faustin-Archange Touadera' e del Commissario europeo per la Cooperazione e lo Sviluppo, Neven Mimica.

Durante il convegno, il Chief Business Officer di CDP Antonella Baldino ha sottolineato la volontà di ampliare l’impegno di CDP nel campo della Cooperazione, sia puntando sugli strumenti finanziari già attivi, sia promuovendo la nascita di nuove misure, in sinergia con le altre istituzioni.

Tra queste, ad esempio, la partnership con il Ministero dell’Ambiente (MATTM), che Antonella Baldino ha annunciato nel corso dell’evento. Tale iniziativa permetterà di sviluppare una piattaforma di lending congiunta, finalizzata a finanziare iniziative nelle Nazioni partner – in primis Africa subsahariana e vicinato – con un focus sullo sviluppo delle energie rinnovabili, riduzione delle emissioni di CO2 ed efficientamento energetico.

Lavorare in sinergia per rispondere insieme alle sfide del futuro: energie rinnovabili, sostenibilità, supporto alle micro, piccole e medie imprese, sono molti i settori in cui intervenire per promuovere iniziative orientate al benessere economico e sociale dei Paesi target. In quest'ottica, è stata presentata alla fine della conferenza una Dichiarazione, nella quale sono stati indicati gli obiettivi della Cooperazione per i prossimi tre anni. Dalla creazione di un fondo CDP per supportare gli investimenti in tema infrastrutture, Pmi e cambiamento climatico, alla promozione capillare delle iniziative e delle tematiche relative all'Agenda 2030 di sviluppo sostenibile: la strada è lunga e gli obiettivi sono ambiziosi.

Per questo ci impegniamo a lavorare al fianco delle istituzioni, per favorire progresso e crescita nei Paesi target. #promuoviamoilfuturo.

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti