Connecting Europe Broadband Fund: CDP per la banda ultra larga

Connecting Europe Broadband Fund: CDP per la banda ultra larga

Presentata l’iniziativa promossa insieme a Commissione Europea, BEI, CdC e KfW per sostenere lo sviluppo delle infrastrutture ultra broadband in Europa

CDP conferma il proprio sostegno all’innovazione e allo sviluppo infrastrutturale con Connecting Europe Broadband Fund (CEBF), l’iniziativa promossa insieme alla Commissione Europea, alla BEI e alle National Promotional Institutions (NPIs) CDC e KfW per finanziare infrastrutture a banda ultra larga “small-scale” su base europea, con focus su aree a parziale fallimento di mercato.

CEBF è infatti la prima piattaforma di investimento in ambito EFSI a sostegno delle infrastrutture a banda ultra-larga con l’obiettivo di contribuire al raggiungimento dei target fissati dall’Agenda Digitale Europea. Si tratta, inoltre, di uno strumento innovativo per la sua struttura “layered”, cioè con differenti profili di rischio-rendimento per le varie classi di investitori, al fine di attrarre ulteriori risorse private.

Il nuovo Fondo ha raggiunto una dimensione al primo closing pari a 420 milioni di euro (di cui 50 milioni di euro sottoscritti da CDP, al pari delle altre NPIs), con un obiettivo di raccolta target fissato a 500 milioni di euro entro i prossimi 18 mesi.

Durante il periodo di investimento, della durata di 5 anni, il Fondo investirà attraverso strumenti di equity / quasi-equity in progetti in linea con gli “European connectivity targets” del 2025, con particolare attenzione per le regioni rurali e/o a bassa densità abitativa. In generale, il Fondo focalizzerà il proprio ambito di intervento verso quelle aree che presentano difficoltà di accesso alle altre forme di finanziamento e strumenti presenti sul mercato o già coperti dall’intervento pubblico, secondo una logica di complementarietà.

Il ticket di investimento del Fondo sarà pari ad un massimo di 30 milioni di euro per singolo progetto, con un effetto moltiplicatore dell’iniziativa, in termini di risorse addizionali attivate, stimato pari ad oltre 1 miliardo di euro. Il gestore del Fondo sarà Cube Infrastructure Managers, fund manager internazionale con risorse in gestione pari a circa 1,4 miliardi di euro.

Collaborazione, condivisione, coraggio: sono le parole chiave che hanno permesso la realizzazione di questa importante iniziativa, che conferma l’impegno di CDP per lo sviluppo infrastrutturale e la sinergia con le istituzioni europee. Così #promuoviamoilfuturo

Infrastrutture digitali: CDP e BEI al fianco di Linkem

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti