Comunicato stampa

Chiusa con successo l’offerta della seconda Obbligazione “retail” di CDP

Richieste largamente superiori rispetto all’importo massimo offerto di 1,5 miliardi di euro

Roma, 14 giugno 2019 - Cassa Depositi e Prestiti Spa (CDP) comunica che, d’intesa con i responsabili del collocamento, si è avvalsa della facoltà di aumentare il valore nominale complessivo dell’offerta di obbligazioni riservata alle persone fisiche residenti in Italia fino all’importo complessivo massimo di 1,5 miliardi di euro. Saranno dunque emesse fino a un massimo di 1,5 milioni di obbligazioni del valore nominale di 1.000 euro ciascuna.

Il periodo di offerta, inizialmente previsto dal 10 al 21 giugno, è stato chiuso anticipatamente in data odierna, dopo soli cinque giorni di collocamento, in considerazione della forte domanda che ha superato l’ammontare massimo offerto di 1,5 miliardi di euro.

La solidità dell’emittente e la distribuzione capillare sul territorio da parte delle banche, degli intermediari finanziari e degli uffici postali incaricati, hanno contribuito al successo dell’operazione così come la struttura finanziaria dell’obbligazione. Il titolo con durata 7 anni, infatti, prevede un tasso fisso del 2,70% per i primi due anni e un tasso variabile pari a Euribor 3 mesi + 1,94% per i cinque anni successivi.

Il supporto alla crescita sostenibile del territorio, delle infrastrutture e delle imprese rappresenta uno dei pilastri principali del Piano Industriale 2019 - 2021 con il quale CDP intende rafforzare l’impegno a favore del Paese. È in questo contesto che si inserisce la nuova emissione obbligazionaria destinata al pubblico retail, strumento che contribuisce alla diversificazione delle fonti di provvista, consentendo di raccogliere ulteriori risorse per sostenere l’economia italiana.

Le nuove obbligazioni sono ammesse a quotazione presso il MOT (mercato telematico delle obbligazioni) di Borsa Italiana, che darà avvio alle negoziazioni previa verifica dei requisiti richiesti, e hanno un rating rilasciato da S&P Global Ratings pari a BBB.
Banca IMI (Gruppo Intesa Sanpaolo), BNP Paribas e Unicredit Bank AG hanno agito in qualità di responsabili del collocamento. Il collocamento è avvenuto attraverso un consorzio composto da 28 soggetti tra banche, intermediari finanziari e Poste Italiane, con un buon contributo da parte di tutte le reti coinvolte.
Come previsto dalle condizioni definitive, entro 5 giorni lavorativi dalla chiusura del periodo di offerta (quindi, entro il 21 giugno 2019) saranno comunicati i risultati finali dell’offerta.
Con questa seconda emissione retail, CDP conferma e rafforza il rapporto di fiducia con i risparmiatori italiani proseguendo nella missione di supporto alla crescita sostenibile dell’Italia.

Documenti correlati