Cellole: una nuova scuola nell’incantevole Baia Domizia

Cellole nasce in una depressione originata dal Vulcano di Roccamonfina, a pochi passi dal golfo di Gaeta e dall’incantevole Baia Domizia. Lì, in un'area di grande interesse naturalistico, compresa nel Parco regionale di Roccamonfina-Foce Garigliano, il litorale sabbioso composto da un lungo susseguirsi di dune confina con un’imponente e splendida pineta. La sabbia come la spiaggia è di origine vulcanica e la vegetazione è costituita da una macchia mediterranea ricca di flora e di fauna.

Cellole è stata fino al 1970 una frazione della mitica e antichissima Sessa Aurunca, importante centro di scambi già in epoca preromana. Passeggiando per le sue vie, sono ancora visibili tracce del suo passato medievale come la torre di Cerrito e la torre del Parroco, che un tempo facevano parte dell’imponente sistema difensivo di Sessa.

La chiesa di San Marco è probabilmente il monumento più significativo di Cellole, e ancora oggi, motivo di orgoglio dei suoi abitanti. Questa piccola chiesa, la cui costruzione originaria risale al IV-V secolo, fu il centro attorno al quale si sviluppò il nucleo abitativo di Cellole e fu l’unica parrocchia sino al XVI secolo. Lo stile della chiesa è un esempio di arte bizantina, edificata con una struttura rettangolare composta da blocchi di tufo vulcanico nero.

Noi di Cassa Depositi e Prestiti siamo orgogliosi di aver contribuito alla ristrutturazione della scuola media Giuseppe Garibaldi di Cellole, consci dell’importante funzione culturale di strutture scolastiche nei piccoli Comuni italiani. Un impegno in linea con la nostra missione, volta a valorizzare lo sviluppo economico e sociale del Sistema Paese.