CDP valorizza la partecipazione in BF Spa e delibera la cessione dell’intera partecipazione pari al 17,5%
Comunicato stampa

CDP valorizza la partecipazione in BF Spa e delibera la cessione dell’intera partecipazione pari al 17,5%

In linea con il Piano Strategico 2022-24 l’operazione applica il principio di rotazione nel capitale delle società partecipate una volta raggiunti gli obiettivi dell’investimento

Il settore alimentare rimane strategico per Cassa Depositi e Prestiti: parte il progetto per lo sviluppo dell’attività del Fondo Agritech con il Fondo Italiano d’Investimento assieme alla stessa BF

La Fondazione CDP sostiene un polo dell’agritech a Napoli (nella ex manifattura Tabacchi) e CDP VC lancerà un polo di trasferimento tecnologico in Campania dedicato al settore
 

Roma, 13 aprile 2022 - I Consigli di Amministrazione di Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e della controllata Cdp Equity (CDPE) hanno deliberato di procedere alla cessione dell’intera partecipazione del 17,5% detenuta da CDPE nel capitale di BF Spa, la principale azienda agricola italiana quotata a Piazza Affari, attiva nei settori dell’agro-industriale, agritech, sementi, fertilizzanti e alimentare.

Una quota del 5,5% di BF Spa è rilevata da ARUM Spa e una del 6% da Dompè Holdings. Entrambi gli acquirenti sono già azionisti di BF: ARUM con il 14,3% e Dompè Holdings con circa il 14%.

La quota residua del 6% sarà collocata presso altri investitori nelle prossime settimane con un’opzione di vendita da parte di CDPE esercitabile entro il mese di novembre 2022 nei confronti di ARUM.

Per CDP l’operazione è in linea con il Piano Strategico 2022-24 ed in particolare con il principio della rotazione di capitale, ovvero la valutazione di potenziali opzioni di razionalizzazione del portafoglio partecipativo esistente una volta raggiunti gli obiettivi dell’intervento nel capitale, anche al fine di sostenere nuove iniziative con le risorse disponibili.

L’ingresso di CDPE nel capitale di BF Spa era avvenuto nel 2017 per favorire la diffusione delle tecniche dell’agricoltura di precisione e il consolidamento del settore promuovendo la creazione di un operatore in grado di svolgere il ruolo di aggregatore nella filiera.

Il settore agroalimentare, ancor più nel corrente contesto economico e sociale post-pandemico, rimane comunque strategico per il Gruppo CDP. Per questo, CDPE ha approvato l’investimento per 40 milioni nel Fondo Italiano Agritech&Food (FA&F), gestito dal controllato Fondo Italiano d’Investimento SGR Spa. In questa operazione CDPE ha al suo fianco la stessa BF Spa, che ha contribuito al progetto FA&F con una sottoscrizione di 60 milioni.

Sempre dell’ambito del settore, la Fondazione CDP ha manifestato l’interesse a sostenere il progetto di riqualificazione dell’ex Manifattura Tabacchi di Napoli, che prevede la realizzazione di un polo dell’agritech per lo sviluppo di tecnologie nel settore agroalimentare. Infine, si evidenzia che sempre in Campania CDP Venture Capital, la società del gruppo CDP che sostiene start up ad alto potenziale di sviluppo, nei prossimi mesi lancerà due nuovi poli di trasferimento tecnologico, uno dei quali dedicato all’agritech.
 

Documenti correlati