CDP porta la banda larga dove il mercato non c’è

CDP porta la banda larga dove il mercato non c’è

500 milioni di euro gestiti da Bei insieme agli Enti europei di promozione: più competitività per l’Italia

Roma, 13 dicembre 2016

Al via il nuovo piano firmato dalla Commissione Europea e dalla Banca Europea degli Investimenti (Bei) per finanziare lo sviluppo infrastrutturale della banda larga.

Il progetto, nato in collaborazione con  CDP, Kfw e Caisse des Dépots, porterà alla nascita di un nuovo fondo di investimenti chiamato Connecting Europe Broadband Fund, che dovrebbe raccogliere almeno 500 milioni di euro tra capitali pubblici e privati.

L’iniziativa si inserisce nel più ampio progetto di sviluppo europeo dell’economia digitale e sarà la prima piattaforma di investimento per sostenere lo sviluppo delle infrastrutture digitali nel quadro del Fondo europeo per gli investimenti strategici (EFSI).

La piattaforma andrà a rispondere alla domanda di finanziamento di quei progetti di piccola scala e con alto rischio che ad oggi non avevano trovato investitori adeguati, andando ad operare in complementarietà con il mercato e gli altri strumenti Ue.

In particolare, il Connecting Europe Broadband Fund investirà in 7 su 12 progetti di banda larga ogni anno dal 2017 al 2021; tali progetti avranno un costo totale di 150 milioni o meno e riceveranno dal fondo un contributo compreso tra 1 e 30 milioni. Sono previsti investimenti supplementari nelle aree completamente non coperte dal servizio broadband, con l’obiettivo finale di investire in 20 paesi europei entro il 2021.

CDP, assieme alle sorelle Kfw e Caisse des Depots, che in qualità di  Istituti Nazionali di Promozione sono tra i principali attori operativi del Piano Juncker, hanno rinnovato il loro impegno per la crescita dell’Europa, affermando l’interesse a diventare anchor investor del nuovo fondo. Insieme sosteniamo la crescita infrastrutturale e digitale, promuovendo lo sviluppo delle comunità e del territorio in accordo con il nostro Piano industriale 2016-2020.