CDP per lo sviluppo infrastrutturale: nasce la nuova interconnessione elettrica Italia-Francia

Un investimento da 113 milioni di euro nell’ambito del Piano Juncker per ridurre i costi energetici per le imprese aumentando la stabilità e la sicurezza della rete elettrica del Paese

Roma, 12 luglio 2017

CDP raggiunge un nuovo importante traguardo nella sua opera di promozione dello sviluppo infrastrutturale del Paese grazie ad un contratto di finanziamento per la realizzazione di una nuova linea di interconnessione elettrica tra la Francia e l’Italia, che sarà realizzata da Terna, società partecipata dal Gruppo CDP attraverso CDP Reti. Un progetto dichiarato di interesse comune dall’Unione Europea: la linea, con i suoi 190 chilometri, rappresenterà il più lungo elettrodotto in corrente continua al mondo in cavo.

Il finanziamento permetterà a Terna di realizzare un progetto che porterà un duplice beneficio al sistema elettrico italiano: da una parte la nuova linea Italia-Francia permetterà di ridurre i costi energetici per il Paese e dall’altra consentirà una diversificazione le fonti di approvvigionamento dell’energia, aumentando in questo modo la stabilità e la sicurezza della rete. I lavori di realizzazione della nuova linea saranno eseguiti con particolare attenzione alla tutela ambientale: per minimizzare l’impatto paesaggistico, infatti, l’infrastruttura sarà perfettamente integrata con le reti stradali e autostradali esistenti e varcherà la frontiera attraverso la galleria di sicurezza del Frejus.

“La realizzazione di questa infrastruttura di rete rappresenta un’opera strategica d’interconnessione con l’estero che migliora la sicurezza e la stabilità del nostro sistema di approvvigionamento dell’elettricità - ha commentato l’AD di CDP Fabio Gallia - " Il progetto di Terna favorisce la competitività delle imprese italiane, riducendo il costo dell’energia, oltre a porre le basi per la nascita di un mercato unico elettrico. Con il supporto a Interconnector, CDP prosegue nell’implementazione della Piattaforma Grandi Infrastrutture promossa insieme a BEI nell’ambito del Piano Juncker, in coerenza con il nostro ruolo di Istituto Nazionale di Promozione”.

A fronte di un investimento di circa 415 milioni di euro per la parte italiana di uno dei due cavi, il contratto di finanziamento sottoscritto nell’ambito del Piano Juncker prevede linee a lungo termine per complessivi 338 milioni, di cui CDP risulta il primo sottoscrittore con una quota di circa 113 milioni di euro.

Con questa nuova iniziativa, CDP conferma il proprio impegno per la promozione di opere orientate al progresso e allo sviluppo. Così #promuoviamoilfuturo del Paese, secondo le linee del Piano Industriale 2016 - 2020

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti