CDP nella Task Force europea per lo sviluppo delle infrastrutture sociali

A Bruxelles la prima riunione del gruppo di esperti per studiare nuove forme di finanziamento per scuole, ospedali e housing sociale in tutta Europa. La Task Force è presieduta da Romano Prodi e Christian Sautter

Bruxelles, 13 febbraio 2017

Si è svolta oggi a Bruxelles la prima riunione plenaria dell’ High-Level Task Force on Social Infrastructure (Hltf), il nuovo gruppo di lavoro nato per promuovere i finanziamenti per la creazione ed il mantenimento delle cosiddette infrastrutture sociali. Promossa dalla European Association of Long-Term Investors (Elti) – commissione composta da CDP e dalle maggiori istituzioni finanziarie pubbliche europee- , la Task Force, presieduta da Romano Prodi e con Christian Sautter quale vicepresidente, si è riunita a Bruxelles per avviare il gruppo di lavoro formato da esperti nel campo finanziario provenienti dalle maggiori economie europee.

Forte della diretta partecipazione della Commissione Europea e della Banca Europea per gli Investimenti, la Task Force ha il compito di studiare la domanda di infrastrutture sociali in Europa alla luce dell’evoluzione dei sistemi di welfare (in particolare sanità, education e social housing), del quadro demografico e di finanza pubblica europea, con l’obiettivo di elaborare metodi innovativi di finanziamento dei progetti rivolgendo una particolare attenzione all’attrazione di capitali privati. Entro fine anno sarà presentato al Vicepresidente della Commissione Europea Jyrki Katainen un report di sintesi dei lavori, con una serie di raccomandazioni su come rilanciare e promuovere le infrastrutture sociali nei paesi dell’Unione Europea.

Le infrastrutture sono essenziali per la produttività del sistema economico e per la crescita ed il funzionamento della società in generale. Negli ultimi anni le infrastrutture sociali hanno avuto minore attenzione nelle politiche nazionali ed europee rispetto alle cosiddette infrastrutture economiche (trasporti, energia, telecomunicazioni). La Task Force parte dall’assunto che le infrastrutture sociali abbiano una serie di caratteristiche specifiche, tra le quali la componente di “bene pubblico” e, storicamente, una minore partecipazione dei privati nel loro finanziamento: l’obiettivo sarà esplorare quanto tali caratteristiche possano essere oggetto di policy particolari e di modelli finanziari ad hoc.

I lavori dureranno dai 10 ai 12 mesi e saranno guidati da oltre 20 esperti nel campo degli strumenti finanziari, dei servizi pubblici, di investimenti sociali innovativi, e della gestione a livello nazionale e locale dei rapporti tra i maggiori investitori istituzionali dei Paesi Europei, il settore pubblico in generale, la Commissione Europea e la Banca Europea per gli Investimenti. Oltre che dall’Elti, la Task Force è promossa dalla Commissione Europea, dalla Banca Europea per gli Investimenti e da Integrate, think tank con base a Maastricht nato per studiare le migliori soluzioni per realizzare investimenti sociali di lungo periodo in Europa.

CDP, in qualità di Istituto Nazionale di Promozione, è storicamente attiva in Italia nel finanziamento di progetti per la realizzazione di infrastrutture sociali, come opere di edilizia scolastica e nel campo del social e smart housing. Ai lavori della Task Force parteciperanno il Chief Business Officer di CDP Antonella Baldino ed il Chief Economist Edoardo Reviglio, che si occuperà della redazione del report finale.

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti