CDP: il Cda approva le proposte di modifica dello Statuto: si allarga l’attività alla Cooperazione internazionale.

Comunicato stampa

CDP: il Cda approva le proposte di modifica dello Statuto: si allarga l’attività alla Cooperazione internazionale.

Roma, 16 dicembre 2014

Il Consiglio di amministrazione, riunitosi in data odierna sotto la presidenza di Franco Bassanini, ha approvato alcune proposte di modifica dello Statuto (artt. 3,6 e 15) che – recependo il Decreto “Sblocca Italia” (Dl 133/2014) e la Legge 125/2014 - inseriscono la cooperazione internazionale tra le attività di Cassa e allargano il perimetro all’interno del quale CDP concede i finanziamenti - sia con raccolta garantita dallo Stato, sia con raccolta non garantita. In particolare CDP potrà:

  • finanziare iniziative di cooperazione internazionale allo sviluppo dirette a soggetti pubblici e privati;  
  • utilizzare la raccolta garantita dallo Stato anche per finanziare le operazioni in favore di soggetti privati in settori di “interesse generale” che saranno individuati con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze; 
  • finanziare con raccolta non garantita dallo Stato, le opere, gli impianti, le reti e le dotazioni destinate non più solo alla fornitura di servizi pubblici e alle bonifiche, ma in modo più ampio a iniziative di pubblica utilità; 
  • finanziare con raccolta non garantita dallo Stato gli investimenti finalizzati alla ricerca, allo sviluppo, all'innovazione, alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, alla promozione del turismo, all’ambiente ed efficientamento energetico e alla green economy.

Le proposte di modifica saranno sottoposte all’assemblea degli azionisti convocata per il 29 gennaio 2015.

Documenti correlati