CDP e pool di banche finanziano con 23 milioni la crescita nell’agroalimentare di Trevalli Cooperlat

Cassa Depositi e Prestiti, insieme a un pool di istituti finanziari e con parziale garanzia del Fondo Centrale, ha sottoscritto un finanziamento di 23 milioni di euro a Trevalli Cooperlat Soc. Coop. Agricola di Jesi (Ancona).

L’operazione

Il finanziamento è suddiviso in due tranche: la prima di 11 milioni destinati al refinancing, della durata di 6 anni e assistita da garanzia del Fondo Centrale di Garanzia; la seconda, di 12 milioni e della durata di 10 anni, destinata a sostenere il fabbisogno di circolante e gli investimenti del gruppo del biennio 2020-2021. Il pool di istituti finanziari è costituito da UniCredit, in qualità di Book Runner e Global Coordinator con una quota di partecipazione di 10 milioni, Intesa Sanpaolo, per 7 milioni e CDP per 6 milioni di euro.
Con l’operazione  CDP contribuisce al raggiungimento dell’obiettivo 8 dell’Agenda 2030 dell’ONU (Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti).
Nunzio Tartaglia, Responsabile della Divisione CDP Imprese ha così commentato: “Trevalli Cooperlat rappresenta una storia di successo del mondo cooperativo che dimostra come solo mettendo insieme le forze di tanti piccoli produttori si può oggi competere sul mercato nazionale ed internazionale. Questo è ancor più vero nel settore agro-alimentare in cui l’eccellenza dei prodotti va accompagnata ad adeguate competenze di marketing e ad una capillare distribuzione territoriale.  CDP è orgogliosa di poter supportare aziende di questo tipo, ancor di più in questa fase straordinaria dell’economia del nostro Paese.”


L’azienda

Trevalli Cooperlat è un player di rilievo nel settore lattiero-caseario italiano. Nasce nel 1982 su iniziativa della Confcooperative Marche.  Oggi è una realtà che unisce 11 cooperative con circa 1000 produttori agricoli che operano in 6 regioni, precisamente Marche, Abruzzo, Veneto, Piemonte, Lombardia, Trentino-Alto Adige e 2 consorzi (Fattorie Marchigiane e Abit Piemonte), per un totale di 325 dipendenti. Il latte conferito dai produttori associati viene trasformato nei propri stabilimenti presenti nelle Marche ed in Piemonte, in seguito, i prodotti ottenuti vengono distribuiti sul mercato nazionale tramite le piattaforme logistiche/depositi periferici gestiti direttamente e dislocati sul territorio. Sul mercato internazionale Trevalli Cooperlat è presente con i propri prodotti in oltre 40 Paesi, con fatturati significativi, sia nei Paesi del centro Europa, che extra UE. L’export, nel 2019, ha rappresentato il 20% del fatturato totale del gruppo, pari a 224 milioni di euro.

“L’intervento di finanziamento siglato tra Cooperlat, UniCredit, Intesa Sanpaolo e CDPsottolinea Pietro Cotellessa, Presidente della Cooperlat - è destinato a supportare lo sviluppo produttivo e commerciale della società. L’operazione ha l’intento di affrontare con maggior forza le modificate esigenze finanziarie dell’azienda, soprattutto a seguito del contesto emergenziale come quello che stiamo vivendo. L’obiettivo è quello di consolidare ulteriormente la struttura finanziaria valorizzando i marchi aziendali conosciuti sia in Italia che nel mondo per la loro genuinità e qualità”.

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti