CDP, Confindustria e San Patrignano: obiettivo Africa

CDP, Confindustria e San Patrignano: obiettivo Africa

Seconda edizione del Sustainable Economy Forum: CDP conferma il proprio impegno per lo sviluppo sostenibile, siglando un Memorandum per promuovere efficacemente lo sviluppo economico e sociale dei paesi africani.

Roma, 10 aprile 2019

Nel 2018 il primo incontro a San Patrignano, e l’avvio di una rete. Oggi la seconda edizione del Forum dell’economia sostenibile porta un risultato concreto: CDP, Confindustria, la Fondazione San Patrignano con la E4Impact Foundation firmano un Memorandum per promuovere efficacemente lo sviluppo economico e sociale dei paesi africani.

Un impegno a vasto raggio su tutti i settori strategici come energia, infrastrutture, agricoltura, istruzione, piccola impresa e imprenditoria femminile, sistema urbano e ambiente, contrasto al cambiamento climatico e alle disuguaglianze. Obiettivi importanti, da avvicinare con i mezzi più adeguati: gli strumenti finanziari per lo sviluppo sostenibile stanno acquisendo una rilevanza crescente sui mercati internazionali, evidenziando tassi di incremento estremamente significativi. Nei prossimi 15 anni, 24 trilioni di dollari saranno ereditati e gestiti dai millenials, che mostrano una propensione più che doppia rispetto a qualunque altra generazione a investire in attività finanziarie con risultati sociali o ambientali.

Antonella Baldino, Direttore per la cooperazione internazionale in CDP, ha evidenziato al Forum come la sostenibilità rappresenti uno dei pilastri fondamentali del nuovo Piano Industriale 2019-2021, e gli strumenti già operativi: “Da un anno e mezzo CDP ha avviato con successo l’emissione di obbligazioni di tipo green, social e sustainable. Le tre emissioni obbligazionarie fin qui collocate per un importo complessivo di 1,75 miliardi di euro sono indirizzate alle aree colpite da eventi calamitosi, al finanziamento delle infrastrutture idriche, interventi di edilizia scolastica e riqualificazione urbana, e ci hanno consentito di raggiungere una platea più ampia di investitori sensibili”.

Ora l’accordo con soggetti di rilievo come Confindustria, San Patrignano e E4Impact apre un nuovo canale di investimenti e attività. “Possiamo costruire un modello italiano di sviluppo sostenibile, consapevole e inclusivo. Una rete di co-paternariato per crescere insieme, imprese italiane e africane” ha spiegato il Presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia.

Letizia Moratti, presidente di E4Impact, ha aggiunto: “Ogni anno in Africa entrano in età lavorativa 29 milioni di giovani, più della forza lavoro del nostro Paese. Aiutandoli a diventare imprenditori nei loro Paesi contribuiamo ad alleggerire la pressione migratoria e facilitiamo flussi socio-economici davvero sostenibili”.

In questa prospettiva, nell’ambito dell’External Investment Plan promosso dall’Unione Europea, CDP ha già partecipato a diversi programmi di investimento: con l’approvazione di tre azioni per le PMI africane e a supporto del settore delle energie rinnovabili, CDP sosterrà nel corso del 2019 attività in grado di generare impatti positivi per il sistema produttivo e il panorama occupazionale.