CDP con il territorio: rinasce Palazzo Giriodi

A Costigliole Saluzzo, piccolo comune piemontese, è stata restaurata la storica sede municipale grazie a un finanziamento di CDP

Costigliole Saluzzo è una cittadina della provincia di Cuneo, con 3.300 abitanti.

Un piccolo borgo dove si respirano il fascino e la bellezza delle epoche passate. La grandezza della storia rivive nelle strade, nei tanti castelli e soprattutto in uno dei luoghi centrali della vita cittadina: la sede comunale. Il Comune del paesino piemontese, infatti, non è un edificio qualunque: è il settecentesco Palazzo Giriodi che, grazie a un attento restauro, ha recuperato la ricchezza del XVIII-XIX secolo diventando un luogo di alto profilo storico e, contemporaneamente, funzionale alle attività quotidiane del municipio. I lavori di ristrutturazione, infatti, hanno permesso di rinnovare le sale dedicate alle attività comunali, restituendo alla collettività luoghi operativi in grado di soddisfare le esigenze cittadine.

Perché raccontiamo questa storia? Perché CDP ha contribuito ai lavori di riqualificazione, con un finanziamento complessivo di 220 mila euro destinato, in particolare,al recupero del piano nobile del Palazzo.

Photo Gallery
Cenni storici

La costruzione di Palazzo Giriodi di Monastero Lanzo risale al 1740, quando Domenico Giuseppe, Conte di Costigliole Saluzzo, diede l’incarico all’ingegnere Bernardo Antonio Vittone di costruire una “casa di campagna arricchita da comodità urbane”, per dedicarsi alle attività di svago offerte dalla vita contadina, senza rinunciare al lusso della quotidianità urbana.

La struttura del Palazzo rappresenta tuttora un’importante testimonianza delle diverse destinazioni d’uso degli spazi in epoca antica: il pian terreno è articolato in zone chiuse e in zone porticate, proprio a sottolineare la funzione di bottega o deposito per l’attività agricola; il piano nobile – al primo livello – è accessibile attraverso un imponente scalone finemente decorato da un’elegante volta a motivi naturali e presenta l’antica suddivisione tra ambienti di rappresentanza e locali deputati alla vita quotidiana; il secondo piano, infine, definito in parte a sottotetto e in parte ad ambienti voltati, era destinato, un tempo, a granaio e a locale per la servitù.

A partire dagli anni 20 del ‘900 il Palazzo è divenuto la sede degli uffici del Comune di Costigliole Saluzzo: tutti i cittadini, dunque, fin dal secolo scorso, attraversano questi preziosi spazi per accedere alle aule e ai servizi del Municipio, ritrovandosi, improvvisamente, in un ambiente fortemente connotato da arte e storia. E se il tempo e talvolta l’incuria hanno progressivamente celato la bellezza originaria di questi ambienti, il restauro supportato da CDP ha permesso di recuperare e conservare la bellezza autentica dell’edificio convertendolo, in questo modo, in un luogo operativo inusuale e particolare.

Il restauro

Conservare il valore storico e artistico per restituirlo alla collettività: è stato questo il principio fondamentale che ha guidato il restauro del Palazzo.

I lavori di riqualificazione del piano nobile, in particolare, hanno permesso di recuperare luminosità nelle pareti e nel pavimento in cotto, grazie ad attente operazioni di pulitura; gli antichi camini in marmo impreziosiscono ancora oggi gli ambienti insieme agli infissi, in parte restaurati in un’ottica di salvaguardia e conservazione di quel patrimonio storico artistico sopravvissuto al trascorrere del tempo.

Gli uffici del comune di Costigliole Saluzzo sono dunque un connubio positivo di arte, storia e utilità che i cittadini possono vivere e ammirare quotidianamente, passando sotto l’elegante volta dell’ingresso, percorrendo l’imponente scalone fino a giungere nelle luminose sale degli uffici in cui si respira, ancora oggi, il fascino signorile di fine 700.

Sostenere il territorio e gli Enti locali significa anche questo: contribuire alla riqualificazione del patrimonio artistico italiano, per restituire alla collettività la bellezza e il fascino della nostra cultura per farne un valore duraturo. Lo facciamo da sempre, nel segno della sostenibilità.

Noi #promuoviamoilfuturo.

La nostra Newsletter

Registrati per essere sempre aggiornato sulle iniziative e i progetti del Gruppo CDP

Iscriviti