Comunicato stampa

Cda CDP del 27 luglio 2012: via libera a oltre € 1,5 miliardi per Autovie Venete e € 424 milioni per Concessioni Autostradali Venete.€ 1 miliardo per la valorizzazione degli immobili degli Enti Pubblici, con la creazione del primo Fondo da € 250 mln

Roma, 27 luglio 2012
 
Cassa depositi e prestiti (CDP) comunica che il Consiglio di amministrazione della società, riunitosi in data odierna, sotto la presidenza di Franco Bassanini, ha approvato:
  • finanziamento in project finance in favore di Autovie Venete Spa con assunzione del rischio progetto complessivamente non superiore a 1.575 milioni di euro. Si tratta di un finanziamento con durata fino a 24 anni per 1.375 milioni - di cui fino a 275 milioni di euro tramite banche, con possibilità di ulteriori 325 milioni di euro su fondi BEI. Nelle more del perfezionamento del finanziamento descritto, Autovie Venete Spa beneficerà di una linea a breve termine da 150 milioni di euro, da rimborsarsi tramite quest’ultimo.

    CDP contribuisce in tal modo alla realizzazione della terza corsia dell’autostrada A4, Venezia - Trieste, parte del cosiddetto "Corridoio 5", asse autostradale e ferroviario finalizzato alla connessione del tracciato Lisbona - Kiev. Parte del finanziamento sarà inoltre indirizzato all’adeguamento del raccordo Villesse – Gorizia (17 km), al fine di rendere l’infrastruttura in grado di fronteggiare i crescenti livelli di traffico.

    Il progetto rappresenta un’eccellenza nell’ambito delle infrastrutture presenti sul mercato domestico, in considerazione sia delle caratteristiche geografiche, sia dell’ottimo track record per i volumi di traffico consolidati.

  • un finanziamento pari a 424 milioni di euro a beneficio di Concessioni Autostradali Venete, principalmente destinato al pagamento dei costi d’investimento sostenuti da Anas per la realizzazione del Passante di Mestre.
  • nell’ambito del progetto "Valorizzazione Immobili degli Enti Pubblici", facendo seguito a quanto deliberato nella seduta del 15 giugno 2012, l’allocazione di 1 miliardo di euro ai Fondi di Investimento per la Valorizzazione (FIV), veicoli tramite i quali CDPI Sgr interviene nel processo di acquisto, valorizzazione e dismissione degli immobili di proprietà degli Enti pubblici. Al fine di avviare il processo, viene sottoscritto il primo Fondo, "FIV – Plus", per un ammontare di € 250 milioni. FIV - Plus è finalizzato all’acquisizione di beni con un potenziale di valore inespresso, al fine di garantire un incremento del valore degli immobili, attraverso operazioni di valorizzazione come, ristrutturazione, restauro e mutamento della destinazione d’uso.

  

Documenti correlati