Bassanini presiede a Istanbul il Club degli investitori a lungo termine e parla di infrastrutture al D20

Comunicato stampa

Bassanini presiede a Istanbul il Club degli investitori a lungo termine e parla di infrastrutture al D20

Roma, 26 maggio 2015

Cassa depositi e prestiti comunica che il Presidente, Franco Bassanini, ha presieduto ieri pomeriggio a Istanbul il comitato direttivo del Long Term Investors' Club (LTIC), che riunisce 18 grandi istituzioni finanziarie provenienti da quattro continenti.

L’obiettivo del LTIC è ottenere regolazioni più favorevoli agli investimenti di lungo periodo (cruciali  per la stabilità finanziaria e la crescita economica), favorire lo scambio di best practice, avviare progetti comuni di investimento fra i suoi membri.

A seguire si è tenuta oggi la conferenza annuale  del D20 (Development 20), che raggruppa la Banca europea degli investimenti, le banche  di sviluppo nazionali e le istituzione pubbliche finanziarie dei Paesi del D20. Nel suo discorso introduttivo, Bassanini ha sottolineato come il settore delle infrastrutture stia affrontando importanti sfide a causa di una scarsità di investimenti dovuta in parte al consolidamento fiscale, in parte a un’insufficiente capacità di pianificazione e selezione e alla tendenza a enfatizzare l’utilizzo di nuove risorse piuttosto che sfruttare quelle esistenti in maniera ottimale.

Bassanini ha messo in evidenza come attualmente gli investimenti in infrastrutture da parte degli investitori di lungo periodo rappresentino in media meno dell'1% del portafoglio. “Per aumentare l'attrattiva degli investimenti in infrastrutture – ha detto il Presidente di CDP - occorre trasformare questa categoria di investimento "alternativa" in una vera propria "asset class". In tal modo, secondo Bassanini, si aprirà questa categoria ad una più ampia gamma di investitori e si spianerà la strada verso strumenti finanziari innovativi – come project bonds e ABS su finanziamenti in project finance - in grado di garantire rapporti rendimento-rischio adeguati all’orizzonte temporale dell’investimento. “Un ruolo fondamentale per raggiungere questo risultato – ha concluso Bassanini – potrà svolgerlo il Piano Juncker”.

Documenti correlati