Industria alberghiera e Covid-19: contesto e scenario | CDP

Alberghi e Covid-19

Quali sono gli impatti del Covid-19 sul mondo del turismo e sul comparto alberghiero? E quali sono le sfide da affrontare per cogliere le opportunità del futuro?

Leggi i Key message dello studio e scarica il pdf per tutti gli approfondimenti

  • Il turismo, il cui fulcro è ancora in larga parte rappresentato dalle strutture alberghiere, rappresenta un volano importante per gran parte delle economie mondiali.
  • Stiamo parlando del 10% del PIL mondiale, che nel caso italiano arriva al 13%.
  • Nell’ultimo quinquennio in Italia sono cresciuti soprattutto i flussi di turisti stranieri, arrivando a rappresentare nel 2019 oltre la metà delle presenze totali, pari a oltre 400 milioni di persone.
  • La capacità ricettiva italiana, caratterizzata da un ingente numero di piccole strutture extra-alberghiere, continua tuttavia a contare sulla capacità attrattiva degli alberghi che hanno ospitato nel 2019 il 65% dei turisti.
  • Gli alberghi, in gran parte piccoli e indipendenti, sono circa 33 mila, per oltre un milione di stanze, il numero più alto in Europa.
  • Il turismo è fortemente connesso alla mobilità delle persone e, proprio per questo motivo, è uno dei settori più colpiti dalla crisi provocata dalla diffusione del Covid-19.
  • Le ultime stime parlano di 180 milioni di flussi turistici persi tra gennaio e aprile 2020, -44% rispetto allo stesso periodo del 2019. Nello scenario peggiore si perderanno oltre 1 miliardo di turisti nel 2020 e quasi 200 milioni di posti di lavoro.
  • In Italia si prevede una riduzione dei flussi turistici del 44% nel 2020 attribuibile soprattutto al drastico ridimensionamento del turismo internazionale. Per gli alberghi si stima una perdita di fatturato intorno al 50%.
  • Per affrontare questa crisi senza precedenti il comparto alberghiero dovrà ripensarsi, sia nelle modalità organizzative per rispondere alle nuove esigenze di distanziamento, sia nelle modalità comunicative per ristabilire quel clima di fiducia che consenta ai turisti di riprendere a viaggiare.
  • Fondamentale sarà anche la capacità degli alberghi di rafforzare il proprio livello di digitalizzazione per garantirsi una maggiore capacità di resilienza rispetto a un contesto in continua evoluzione.
  • I cambiamenti che hanno interessato gli alberghi nell’ultimo decennio li hanno visti trasformarsi in veri e propri luoghi di aggregazione e di coesione del tessuto produttivo e sociale dei territori.
  • Sostenere una loro ripartenza significherà rafforzare un volano fondamentale per tutto il territorio italiano.
Leggi il brief
Documenti correlati