Accordo CDP-FS: nuove metropolitane in Italia

Accordo CDP-FS: nuove metropolitane in Italia

Sottoscritta l’intesa per promuovere lo sviluppo infrastrutturale del Paese, in un’ottica di crescita sostenibile

Roma, 16 novembre 2017

Favorire l’evoluzione della mobilità urbana, settore strategico per garantire una crescita inclusiva e sostenibile: è questo l’obiettivo dell’accordo firmato da CDP e Ferrovie dello Stato Italiane.

L’iniziativa testimonia l’impegno delle due realtà per ridurre il gap infrastrutturale dell’Italia, dove il trasporto su ferro soddisfa solo il 36% del fabbisogno di mobilità locale (poco se paragonato al 60% di Germania, Francia e Regno Unito). Attraverso l’intesa, CDP e FS intendono sviluppare nuovi investimenti per costruire reti metropolitane urbane e infrastrutture per il trasporto rapido di massa, promuovendo progetti relativi sia a nuove opere da realizzare sia all’ampliamento di infrastrutture esistenti, secondo un approccio volto a favorire la partecipazione di capitali privati, anche mediante schemi di partenariato pubblico-privato.

Da questo punto di vista, l’accordo siglato dall’AD di CDP Fabio Gallia e da Renato Mazzoncini (AD di FS Italiane) darà impulso anche al processo di Urban Transformation delle città italiane, attraverso la realizzazione di una rete di servizi integrati destinati al benessere della collettività. Le grandi città rappresentano, infatti, il fulcro delle attività socio economiche se si considera che il 68% della popolazione italiana vive nelle aree urbane dove si produce il 40% del PIL nazionale. Lo sviluppo delle reti metropolitane è, dunque, un’attività strategica per individuare soluzioni sostenibili, in grado di ridurre i livelli di congestione urbana e di emissioni inquinanti, promuovendo l’integrazione tra centro e periferia.

CDP è alla guida di questo processo in Italia, sostenendo una serie di attività di rigenerazione urbana: dai progetti di Urban Transformation alla Piattaforma Grandi Infrastrutture, promossa da CDP in collaborazione con BEI.

L’accordo con FS, dunque, rappresenta un ulteriore strumento per favorire lo sviluppo infrastrutturale, motore essenziale per la crescita economica e sociale.

Anche così #promuoviamoilfuturo e la competitività del Paese.