Sustainability Bond 2018: green bond rete idrica | CDP

Sustainability Bond 2018

Sostenibilità e impegno per il territorio: le parole chiave del nuovo Bond CDP, emesso per sostenere il miglioramento dell’infrastruttura idrica italiana

Social bond 18 - hero

CDP ha chiuso con successo il suo primo Sustainability “Hydro” Bond, emesso nell'ambito del Debt Issuance Programme (DIP) , con una domanda decisamente superiore all'offerta. Si tratta del primo "Sustainability Bond" lanciato sul mercato internazionale dei capitali da un emittente italiano, dedicato a promuovere lo sviluppo e l’ammodernamento del settore idrico del Paese, caratterizzato da un significativo gap infrastrutturale ed un Investimento medio annuo pro-capite sensibilmente inferiore a quello registrato negli altri paesi europei.

Le criticità dell’infrastruttura idrica italiana


L’infrastruttura idrica italiana è influenzata da una serie di aspetti critici che nel tempo ne hanno impedito lo sviluppo. Il settore è infatti dominato da una governance frammentata e non omogenea e da un livello di investimento inadeguato rispetto alle reali esigenze. Il Sustainability “Hydro” Bond di CDP interverrà dunque in questi fallimenti di mercato, finanziando investimenti locali per promuovere il miglioramento del sistema idrico in generale.

Scopri di più sul settore idrico italiano

Le caratteristiche del Bond


L'emissione destinata ad investitori istituzionali ha un valore nominale di 500 milioni di euro, a tasso fisso, senior unsecured, con un tenore di 5 anni (scadenza settembre 2023) e una cedola annuale del 2,125%. L’iniziativa rientra nel “Green, Social and Sustainability Bond Framework” di CDP, in linea con le “Sustainability Bond Guidelines” redatte dall’International Capital Market Association a Giugno 2018 e si  ispira agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dalle Nazioni Unite, in particolare al numero 6 “Clean Water and Sanitation ".

Sull’operazione appena conclusa CDP ha ottenuto una “Second Party Opinion” da parte di Vigeo Eiris.