FAQ Buoni fruttiferi postali

F.A.Q.

Buoni fruttiferi postali

Questa sezione è dedicata alle FAQ (domande più frequenti) sul Risparmio Postale, raggruppate per prodotto e tematica. Le FAQ hanno per oggetto le principali caratteristiche finanziarie dei nostri prodotti e le procedure amministrative di interesse specifico della nostra clientela.

Sugli argomenti trattati, quando necessario, è stato indicato il riferimento normativo.

Cerca

Quali sono le differenze tra un Buono cartaceo e uno dematerializzato?

I Buoni Fruttiferi Postali possono essere emessi in forma cartacea o dematerializzata. Nel primo caso, il sottoscrittore riceve un titolo cartaceo che deve essere presentato presso l'ufficio postale all'atto del rimborso (anticipato o alla scadenza). Il sottoscrittore è responsabile della custodia, nonché dell'utilizzo del titolo in suo possesso. I Buoni rappresentati da documenti cartacei nominativi sono emessi in tagli da 50,00 euro e multipli. Nel secondo caso (buoni dematerializzati), la sottoscrizione è rappresentata da una scrittura contabile; è necessario che esista un conto di regolamento (Libretto di Risparmio Postale o conto corrente Bancoposta), ma non anche un deposito titoli. Non viene rilasciato alcun titolo cartaceo e nel caso di rimborso del Buono, alla scadenza naturale dello stesso o in caso di rimborso anticipato, l'accredito del montante maturato avviene automaticamente sul conto di regolamento. Il conto di regolamento non può essere estinto in presenza di Buoni ancora non scaduti. I titoli dematerializzati sono attualmente emessi in tagli da 50,00 euro e multipli.

Quanti cointestatari ci possono essere al massimo nel caso dei Buoni?

È ammessa la cointestazione dei Buoni a più soggetti in numero non superiore a quattro, con facoltà di rimborso disgiunto per ciascun intestatario, fatta salva la possibilità di escludere detta facoltà all'atto della sottoscrizione. Non sono ammesse cointestazioni tra soggetti maggiorenni e minorenni, né tra soggetti minorenni.

Che significa la clausola stampata sul Buono "cpfr"?

La clausola "cpfr" significa "con pari facoltà di rimborso": ciascuno degli intestatari può autonomamente richiedere il rimborso del Buono, presentando il titolo cartaceo all'atto della richiesta.

Posso acquistare e rimborsare i Buoni Fruttiferi Postali solo allo sportello dell'ufficio postale?

I BFP rappresentati da documenti cartacei sono sottoscrivibili e rimborsabili in qualunque ufficio postale e non solo quindi in quello di emissione. I BFP dematerializzati sono sottoscrivibili e rimborsabili, presso gli uffici postali, nonché, per le tipologie che lo prevedono, attraverso il sito Internet di Poste Italiane www.poste.it. Per la sottoscrizione è necessaria la titolarità di un conto corrente postale o di un Libretto di Risparmio Postale aventi la medesima intestazione dei buoni. Le sottoscrizioni e i rimborsi in via telematica sono consentiti ai titolari di Libretto Smart e ai titolari di conto corrente postale abilitati ai servizi on-line dispositivi. Si precisa che recandosi presso l'ufficio di emissione il rimborso avverrà a vista. Nel caso invece in cui ci si rivolga ad un ufficio diverso da quello di emissione il rimborso avverrà dopo quattro giorni lavorativi per consentire all'ufficio di effettuare i dovuti accertamenti.

Sono titolare di Buoni Fruttiferi Postali dematerializzati. Posso indicare un diverso conto di regolamento, senza incassare anticipatamente i buoni?

La variazione del conto di regolamento è consentita, purché i due conti di regolamento rechino la medesima intestazione.

Posseggo un Buono cartaceo, posso sostituirlo con uno dematerializzato?

Il processo di dematerializzazione dei Buoni cartacei è consentito secondo le modalità indicate presso l'ufficio postale, sempre a condizione che il titolo da dematerializzare ed il Libretto Postale o conto corrente Bancoposta destinato a fungere da conto di regolamento rechino la medesima intestazione.

Esiste il rischio che il Buono Fruttifero Postale in mio possesso cessi di essere fruttifero degli interessi?

Il Buono Fruttifero Postale diventa infruttifero dal giorno successivo alla scadenza naturale del titolo. Si ricorda tuttavia che i Buoni Fruttiferi Postali Ordinari emessi fino al 27/12/2000 restano fruttiferi fino al compimento del trentesimo anno solare successivo a quello di emissione.

Se rimborso un Buono Fruttifero Postale in anticipo rispetto alla scadenza ricevo sicuramente sia il capitale che gli interessi maturati?

Il capitale è sempre rimborsato al 100%, al netto degli eventuali oneri di natura fiscale, mentre gli interessi non sono corrisposti se il rimborso avviene prima che sia trascorso un determinato numero di mesi dalla sottoscrizione. Tale periodo è diverso per le varie tipologie di Buoni: 2 mesi, per i BFPImpresa; 6 mesi, per i Buoni a 18 mesi; 12 mesi, per i Buoni Ordinari, per i Buoni a 3 anni Fedeltà, per i Buoni a 3 anni, per i Buoni a 3 anni EXTRA, per i BFPRenditalia, per i BFPEuropa, per i BFPRisparmiNuovi, per i BFPEreditàSicura; 18 mesi, per i Buoni Indicizzati all'inflazione, i Buoni Indicizzati all'inflazione EXTRA, i Buoni Dedicati ai Minori, i Buoni Indicizzati a Scadenza e i Buoni DiciottomesiPlus; 24 mesi per i BPFPremia, per i Buoni a 2 anni Plus; 36 mesi per i BFP3,50, per i Buoni a 3 anni Plus, per i BFPFedeltà; 7 anni per i BFP7insieme.

Per i Buoni 3x4, 3x4Fedeltà e 3x4RisparmiNuovi gli interessi maturati nel corso del primo triennio non sono corrisposti se i Buoni sono rimborsati prima che siano trascorsi tre anni dalla sottoscrizione; gli interessi maturati nel corso del secondo triennio non sono corrisposti per i Buoni rimborsati prima che siano trascorsi sei anni dalla sottoscrizione; gli interessi maturati nel corso del terzo triennio non sono corrisposti per i Buoni rimborsati prima che siano trascorsi nove anni dalla sottoscrizione; gli interessi maturati nel corso del quarto triennio non sono corrisposti per i Buoni rimborsati prima che siano trascorsi dodici anni dalla sottoscrizione.

Per i Buoni 4x4, 4x4Fedeltà e 4x4RisparmiNuovi gli interessi maturati nel corso del primo quadriennio non sono corrisposti se i Buoni sono rimborsati prima che siano trascorsi quattro anni dalla sottoscrizione; gli interessi maturati nel corso del secondo quadriennio non sono corrisposti per i Buoni rimborsati prima che siano trascorsi otto anni dalla sottoscrizione; gli interessi maturati nel corso del terzo quadriennio non sono corrisposti per i Buoni rimborsati prima che siano trascorsi dodici anni dalla sottoscrizione; gli interessi maturati nel corso del quarto quadriennio non sono corrisposti per i Buoni rimborsati prima che siano trascorsi sedici anni dalla sottoscrizione.


1 2 3 4 5