Informazioni e strumenti

Procedure di finanziamento - Fondo Kyoto

Istruttoria 
Le domande di ammissione al finanziamento agevolato vengono sottoposte ad un’istruttoria in tre fasi, ciascuna delle quali  viene analizzata e valutata distintamente:

  • istruttoria preliminare 
  • istruttoria tecnica 
  • istruttoria economico-finanziaria 

Soltanto il superamento di tutte e tre le fasi consente l'ammissione al finanziamento agevolato.

L’istruttoria preliminare è effettuata da CDP/Enti gestori regionali che verificano la:

  • corretta compilazione della domanda;
  • completezza documentale della domanda, con tutti i suoi allegati correttamente compilati;
  • sussistenza della disponibilità delle risorse.

L’istruttoria tecnica consiste nella verifica inerente la validità tecnica del progetto presentato e nella relativa ammissibilità e congruità dei costi relativamente ai soli progetti che hanno superato la precedente istruttoria preliminare. E’ svolta da un’apposita Commissione di valutazione, istituita presso la Direzione Generale per la Ricerca Ambientale del Ministero ambiente, ovvero dagli Enti gestori regionali.

L’istruttoria economico-finanziaria è effettuata da CDP/Enti gestori regionali al fine di:

  • verificare la conformità dei valori dei parametri di affidabilità economico-finanziaria e la compatibilità degli stessi rispetto alla somma degli importi dei finanziamenti richiesti;
  • acquisire la dichiarazione di impegno al rilascio della fideiussione bancaria;
  • verificare la sussistenza della disponibilità delle risorse.


Per i soggetti pubblici vengono verificati i presupposti per l’indebitamento.

 

Concessione/Diniego 

Decreto/Provvedimento di ammissione all’agevolazione 

Nel caso l'istruttoria economico-finanziaria si concluda con esito positivo, il Ministero dell'ambiente o le Regioni emanano un provvedimento di ammissione all'agevolazione e lo trasmettono a CDP. Inoltre, prima di tale provvedimento, effettuano una ulteriore verifica circa il rispetto della regola "de minimis". 

CDP inoltra il provvedimento al soggetto beneficiario tramite "Raccomandata 1", con invito a fornire tutta la documentazione necessaria alla stipula del contratto entro il termine perentorio di 45 giorni solari a decorrere dalla ricezione della notifica. 

L'emanazione del provvedimento di ammissione all'agevolazione avviene fino ad esaurimento delle risorse assegnate per il presente ciclo di programmazione. 

Decreto/Provvedimento di diniego 

Nel caso in cui anche una sola delle tre fasi istruttorie si concluda con esito negativo, il Ministero ambiente o le Regioni emanano un provvedimento di diniego.